Motiv ha compresso un activity tracker in un anello

Giuseppe Tripodi -

Sin dalla sua nascita, il settore degli activity tracker è uno di quelli in maggior subbuglio: nonostante gli importanti numeri di Fitbit (che recentemente ha anche acquisito Pebble), sembra sempre che manchi il giusto compromesso tra funzionalità e discrezione, anche considerando che qualsiasi wearable, come dice il nome stesso, è un accessorio che si indossa (e che quindi si spera non sia eccessivamente sgradevole alla vista).

Considerando questo, Motiv ha pensato bene di investire le proprie risorse in un anello smart: questo piccolo oggetto da portare al dito funziona da activity tracker, monitora il sonno, ha un piccolo LED e include persino un sensore di battito cardiaco. Al suo interno ci sono una manciata di sensori che raccolgono tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno, che vengono poi visualizzate tramite l’apposita app da smartphone (Android e iOS).

LEGGI ANCHE: Recensione Fitbit Charge 2

Il Motiv Ring fa quindi tutto ciò che ci si aspetta da un activity tracker e cerca di portare gli utilizzatori ad almeno 150 minuti di attività a settimana (secondo Motiv, gli active minutes sono un parametro più credibile del numero di passi, ma eventualmente l’anello funge anche da pedometro).

Questo piccolo wearable viene realizzato in due colorazioni, argento e oro rosa, è leggero, impermeabile e ha un’autonomia di 3-5 giorni a seconda dell’uso e si ricarica con un accessorio che si collega ad una qualsiasi porta USB (Motiv ne include due nella confezione, di cui uno da usare come portachiavi per averlo sempre a portata).

motiv-ring-specifiche

Attualmente Motiv Ring è ancora in fase di preordine ma, parlando di prezzo, siamo sicuri che qualcuno storcerà il naso: 199$ è la cifra da spendere per avere un activity tracker discreto da portare al dito. Potete farvi un’idea del Motiv Ring dal sito ufficiale e non mancate di farci sapere cosa ne pensate nei commenti qui sotto: chi di voi sarebbe disposto a spendere 199$ per questo piccolo indossabile?

Via: Engadget