In Giappone hanno inventato la carta igienica da smartphone (sì, l’hanno fatto davvero)

Vezio Ceniccola

Se siete stati in Giappone, o comunque conoscete le sue tradizioni, vi sarete sicuramente accorti di quanta attenzione sia riservata alla pulizia e all’igiene. Prova ne sono i mille dispositivi tecnologici dedicati a questo settore, a cominciare dai WC semi-futuristici dotati di “ogni comfort” che lasciano a bocca aperta i visitatori occidentali.

E probabilmente gli stessi visitatori rimarranno ancora più colpiti dall’ultima “innovazione” della tecnica raggiunta dal paese del sol levante, la quale si colloca sempre in zona bagno, ma è dedicata a ben altro: stiamo parlando della carta igienica da smartphone!

I primi rotoli di questa speciale carta igienica sono stati installati nei bagni dell’Aeroporto Internazionale di Narita, nei pressi di Tokyo, con lo scopo di invogliare i visitatori a dare una pulita allo schermo del proprio dispositivo. Il display dello smartphone è, infatti, uno dei maggiori aggregatori di batteri e sporco tra gli oggetti di uso quotidiano, quindi è sempre consigliato pulirlo a fondo quando possibile.

LEGGI ANCHE:  Lo spazzolino smart di cui non sapevate di avere bisogno

Ma se pensate che la carta igienica da smartphone serva solo a questo, state sbagliando di grosso. I fogli di carta riportano anche delle scritte che forniscono importanti informazioni: oltre alle istruzioni per la pulizia, ci sono anche quelle relative alla connessione ad una rete WiFi a pagamento e all’installazione di una guida vocale con traduzione integrata.

L’installazione dei rotoli è stata, infatti, commissionata dall’operatore telefonico NTT Docomo, e rappresenta un’innovativa campagna di marketing per i suoi servizi. Insomma, è una pubblicità mirata soprattutto ai turisti stranieri che si recano in visita in Giappone, ma svolge anche un’opera educativa, in un certo senso.

Per ora non si sa se questa operazione verrà estesa anche in altri luoghi o addirittura esportata al di fuori del paese. Quello che è certo è che l’iniziativa sta riscuotendo un forte risalto a livello internazionale, e non saremmo sopresi se, prima o poi, qualche altra azienda possa usare la carta igienica come mezzo per farsi pubblicità.

Via: Hardware Upgrade