AirSelfie: quando gli autoscatti da smartphone non sono abbastanza, arriva il drone per selfie (video)

Giuseppe Tripodi - Selfie e drone in un unico progetto, per unire due dei più grandi trend tecnologici degli ultimi anni

Quando si parla di selfie, l’idea generale è che tra selfie stick e mille mila altri progetti per gli autoscatti, il mercato abbia già tirato fuori il meglio di sé, ma dovrete riconoscere che l’idea di un drone per selfie è quantomeno curiosa.

AirSelfie è proprio questo: un piccolo quadricottero che si controlla da smartphone e che serve appositamente per scattare selfie quando l’estensione del braccio o di un selfie stick non è più abbastanza. Pesa solo 52 grammi, è dotato di WiFi, slot per microSD e fotocamera da 5 megapixel con cui scattare foto e registrare video. La batteria è da 260 mAh e garantisce fino a 3 minuti di volo continuo, lo stretto indispensabile per catturare un’immagine in una delle tre modalità disponibili, selfie mode, motion control mode e flying mode.

LEGGI ANCHE: Il gioco di Bud Spencer e Terence Hill si farà

AirSelfie viene conservato nell’apposita cover per smartphone che funge anche da batteria, in grado di ricaricare completamente il gadget nel corso di 30 minuti. Per lanciare il piccolo drone è sufficiente estrarlo dalla cover, tenerlo sul palmo della mano e avviare una delle tre modalità dall’apposita app per Android e iOS.

AirSelfie è un progetto nato da un ingegnere italiano ed è attualmente in fase di finanziamento su Kickstarter. Il prezzo minimo dei pledge per ottenere il drone parte da 179€: potete vederlo in azione nel filmato qui sotto, mentre per maggiori informazioni e per acquistarlo vi rimandiamo al comunicato stampa in fondo e alla pagina ufficiale del progetto.

Arriva AirSelfie: la prima flying camera tascabile

Debutta su Kickstarter, AirSelfie: l’unica flying camera tascabile integrata nella cover dello smartphone. Questo gadget tecnologico, destinato a rivoluzionare la prospettiva degli smartphone, diventa una camera aggiuntiva del device e può raggiungere anche i 20 metri di altezza, rendendo possibili fotografie e video mozzafiato.

La campagna è partita il 17 novembre, in soli tre giorni è stato raggiunto e superato il primo obiettivo di device pre-ordinati, i primi saranno consegnati a marzo 2017.

“Abbiamo studiato, progettato e realizzato una flying camera che supera tutti gli attuali standard e si posiziona a un livello completamente nuovo sul mercato, rompendo le regole che finora hanno dominato il settore.” afferma Edoardo Stroppiana, co-founder del progetto.

Londra, novembre 2016 – Selfie di gruppo includendo tutti e senza rinunciare al panorama? Foto aeree? Far compiere un salto di qualità alle proprie foto abbandonando il selfie stick?

Oggi gli smartphone possono esplorare nuove prospettive fino ad ora ritenute impossibili, grazie all’arrivo di 4 micro motori Brushless (i più piccoli e potenti mai realizzati) e una videocamera da 5mpx sono racchiusi in un elegante e ultra-leggero (52gr) case in alluminio aeronautico anodizzato dal design italiano più piccolo di uno smartphone (6,7×9,4x1cm).

AirSelfie si unisce al telefono attraverso un’apposita cover disponibile per i più popolari modelli di smartphone: iPhone (iPhone6/6S/6 Plus e iPhone7/7 Plus), Huawei P9, Google Pixel e Samsung Galaxy S7 edge. La cover contiene una batteria capace di ricaricare AirSelfie, in soli 30 minuti, quando viene riposto al suo interno.

In aggiunta o in alternativa al case (nel caso le cover proposte non siano compatibili con il proprio smartphone) AirSelfie mette a disposizione un Power Bank all’interno del quale è possibile inserire il device per portarlo sempre con sé. Il power bank, progettato per integrarsi completamente con AirSelfie, ha le stesse dimensioni e design delle cover per smartphone e permetterà di effettuare fino a 20 ricariche complete del device per garantire oltre un’ora di volo di AirSelfie.

Immagini stabili, nitide e fluide sono garantite da un sofisticato microprocessore coadiuvato da un sistema di assorbimento delle vibrazioni e dai sistemi per la stabilità durante il volo e in modalità di hovering: un micro sonar, il più piccolo al mondo, e un barometro che determinano la posizione del device rispetto al suolo sull’asse verticale e una drifting camera che, in base alla stabilità dell’immagine del terreno che riceve è in grado, in caso risulti mossa, di correggere il movimento dei motori.

AirSelfie ha debuttato su Kickstarter il 17 novembre attraverso una campagna di crowdfunding con l’obiettivo di dare il calcio d’inizio alla produzione. Le consegne sono garantite dal produttore al raggiungimento dei primi € 45.000,00 di preordini, che sono già stati raggiunti e superati in soli tre giorni.

AirSelfie è un marchio registrato e tutte le sue componenti sono protette da brevetti depositati a livello internazionale.

COME FUNZIONA?

La user experience è semplice e intuitiva. È sufficiente estrarre AirSelfie dalla cover e accenderlo. Si collega automaticamente al proprio smartphone via WiFi (una rete da 2.4GHz è generata direttamente dalla flying camera) ed è subito pronto al decollo.

Il suo posizionamento in volo è facilmente gestibile direttamente dall’App AirSelfie (disponibile sia per iOS che per Android) secondo tre diverse funzioni di volo: Selfie Mode (la più semplice e immediata, con due semplici tasti direzionali per allontanare o avvicinare AirSelfie a sè) e Selfie Motion Control Mode (agendo su un joystick virtuale AirSelfie si muove copiando i movimenti del proprio telefono), entrambe comandabili tenendo il telefono in posizione verticale con una sola mano e con la possibilità di vedere la preview delle riprese direttamente sullo schermo dello smartphone, e una modalità più tradizionale, Flying Mode, in cui il proprio device, usato orizzontalmente, si sostituisce in tutto e per tutto ad un classico controller. Raggiunta la posizione di scatto soddisfacente, viene mantenuta dalla flying camera grazie alla funzione di hovering autonomo.

AirSelfie può prendere il volo direttamente dalla propria mano e, dopo lo scatto o la ripresa video, può abbassarsi nuovamente ed essere preso manualmente in totale tranquillità grazie al suo design che lo rende pratico e particolarmente sicuro. In aggiunta, la funzione di hovering autonomo (sospensione in aria) consente di posizionare e orientare il device manualmente nel punto ottimale per lo scatto.

È dotato di una funzione di “autoscatto con timer” che, una volta scelta la posizione perfetta, lascia ai soggetti il tempo necessario (fino a 10 secondi) di nascondere lo smartphone senza che il dispositivo appaia nelle foto (risultato ottenibile anche con la funzione di hovering autonomo). Sono, inoltre, possibili scatti multipli che permettono di realizzare fino a 10 foto consecutive.

Subito sui social! E’ possibile pubblicare immediatamente foto e video realizzati con AirSelfie sui propri social: tutte le immagini e i filmati vengono inviate automaticamente allo smartphone via WiFi e appaiono subito sull’app. Da lì è possibile selezionare cosa salvare nella galleria dello smartphone per procedere con l’upload sui propri social network preferiti, pronti a contare like e apprezzamenti da parte dei propri amici e follower.

AirSelfie è dotato di una micro SD card con memoria da 4Gb e in volo ha un’autonomia di 3 minuti circa grazie ad una batteria da 260mAh e 7.4v.

CON AIRSELFIE PUOI:

 Realizzare selfie di gruppo tenendo la fotocamera fino a 20 metri di distanza permettendo sia a tutti i protagonisti, sia al panorama di essere inclusi nella foto

 Realizzare foto aeree indoor e outdoor a soggetti e luoghi altrimenti non raggiungibili e fotografabili (es. monumenti, stadi duranti eventi sportivi)

 Realizzare video da prospettive prima impossibili
 Utilizzare la camera come strumento di monitoring (quando non in volo e collegato a una

sorgente elettrica)

 Avere uno strumento in più al lavoro (es. di supporto al real estate, attraverso la possibilità di scattare foto e video aerei a edifici e architetture)

KICKSTARTER & LA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING

La campagna è attiva sul sito e sull’app di Kickstarter, dal 17 novembre 2016. I primi 1.000 sostenitori potranno diventare Ambassador di AirSelfie acquistando in pre-ordine la prima versione della flying camera al prezzo scontato di € 179. La prima fase di produzione è appena cominciata perché è già stata raggiunta la soglia di € 45.000,00. I primi esemplari saranno consegnati a livello globale a partire dal mese di marzo 2017. Una volta terminati i primi 1.000 device, saranno disponibili altri 2.000 modelli a € 224 e consegnati sempre entro marzo 2017. Ulteriori AirSelfie saranno consegnati a partire da aprile 2017: saranno prenotabili al prezzo di € 242 con la cover e a € 224 con il power bank. Sempre da aprile sarà possibile ricevere anche solo il Power Bank, ordinandolo al prezzo scontato di € 62 (una volta sul mercato verrà venduto a € 72).

Terminata la campagna su Kickstarter, il prodotto debutterà sul mercato globale ad un prezzo indicativo di € 299 e sarà disponibile anche in altre varianti di colore e compatibile con i più diffusi modelli di smartphone.

La campagna di Kickstarter, è per il team di AirSelfie una preziosa opportunità di confronto con gli appassionati di tecnologia sempre attenti alle novità, i quali, dopo il pre-ordine, saranno tenuti aggiornati su tutti gli sviluppi della produzione.