ARM

ARM annuncia Mali-G51, la seconda GPU basata su architettura Bifrost

Giuseppe Tripodi

Dopo aver introdotto l’architettura Bifrost con la Mali-G71 lanciata a maggio, ARM ha appena presentato la sua nuova, seconda GPU basata su questa architettura, la Mali-G51.

Essendo basata su Bifrost, questa scheda grafica supporta le Vulkan API, che permettono alla GPU di leggere e scrivere dati sulle stesse schede di memoria della CPU, senza dover copiare i dati dall’una all’altra.

LEGGI ANCHE: Cosa sono le Vulkan API

A differenza della G71, che si concentrava principalmente sul rapporto tra performance e prezzo, la G51 punta tutto al fornire le migliori prestazioni occupando il minimo spazio: ridurre le dimensioni fisiche della GPU permette ai produttori di includere questo componente in SoC più piccoli, il che non è affatto cosa da poco in un mercato che punta sempre di più sulle dimensioni ridotte.

Mali-G51-design-hd-1000x563

Per quel che riguarda le performance, questa Mali-G51 viene contrapposta alla precedente Mali-T830, rispetto alla quale offre performance migliori del 60%, nonché efficienza energetica del 60% superiore.

Mali-V61

Mali-V61-4K-1000x560

Una piccola parentesi per parlare di Mali-V61, che è un nuovo processore video annunciato da ARM insieme alla GPU di cui abbiamo parlato finora. Il V61 include codec VP9 e importanti miglioramenti alla codifica HEVC (H.265), che porta un risparmio in termini di bitrate del 50% rispetto ai codec delle generazioni precedenti.