dual camera - 2

Doppia fotocamera, confronto fra iPhone, LG, Xiaomi e Huawei (foto e video)

Emanuele Cisotti - Doppia fotocamera può voler dire qualsiasi cosa. Vediamo dispositivo per dispositivo di cosa stiamo parlando.

Ormai le doppie fotocamere, non sono più una novità e sempre più spesso le vediamo comparire sugli ultimi top di gamma (ma non solo). Poiché, al contrario di altre tecnologie, in questo caso l’utilizzo di due fotocamere può essere molto diverso utilizzando filosofie e tecnologie diverse abbiamo scelto di spiegarvi e mostrarvi in cosa differiscono le doppie fotocamere dei vari smartphone.

Iniziamo dall’inizio. Gli smartphone che abbiamo preso in esame in questo confronto non sono stati i primi ad avere una doppia fotocamera e pertanto abbiamo scelto di ripercorrere la breve storia delle doppie fotocamere nel mondo Android e Apple.

Video

HTC EVO 3D / LG Optimus 3D

Era il 2011 quando HTC e LG sceglievano di realizzare i loro smartphone con il supporto al 3D. Entrambi avevano una doppia fotocamera che veniva sfruttata per realizzare contenuti in tre dimensioni, da rivedere poi su dispositivi con il supporto a questa tecnologia (che invece ora sta sparendo anche dai TV).

HTC One (M8)

Per trovare un’implementazione simile a quelle attuali dobbiamo aspettare il 2014 con HTC One (M8). La sua fotocamera principale è una 4 megapixel, mentre la seconda è una 2 megapixel che viene utilizzata per calcolare lo scostamento degli oggetti nello spazio e quindi applicare effetti o sfocare lo sfondo. L’effetto funzionava anche se 4 megapixel si sono rivelati presto troppo pochi per ottenere foto di qualità.

Huawei P9 / P9 Plus

dual camera - 10

Tra le doppie fotocamere la più famosa al momento è forse quella di Huawei che, nel momento in cui scriviamo, è già in commercio da qualche mese al centro della pressante campagna pubblicitaria di Huawei, oltre che di qualche polemica. Si tratta di due fotocamere da 12 megapixel ƒ/2.2 (27 mm) realizzate in collaborazione con Leica. Una delle due fotocamere è priva del filtro Bayer: questo vuol dire più luce “ricevuta” a scapito però dell’assenza di colori. È quindi una fotocamera in bianco e nero capace di catturare più luce. Nonostante quanto detto da Huawei sembra però che le due fotocamere non lavorino mai assieme. Si può quindi sfruttare in due modi: fare belle foto in B/N o fare foto con l’effetto sfocatura sullo sfondo grazie allo scostamento dei due sensori.

L’effetto sfocatura può anche essere deciso a posteriori, dopo aver scattato la foto in quella modalità.

Honor 8

dual camera - 7

Con la stessa filosofia di Huawei P9 nasce il fratello gemello Honor 8. Anche in questo smartphone abbiamo due fotocamere 12 megapixel ƒ/2.2 (27mm). In questo caso però non c’è il brand Leica e non è quindi possibile sfruttare la seconda fotocamera per fare foto in B/N (nonostante tecnicamente sia sempre una fotocamera di questo tipo), se non scattando normalmente e poi applicando il filtro (ma non è la stessa cosa). L’unico modo per sfruttare quindi la doppia fotocamere rimane quello della sfocatura calcolando software la profondità di campo. Anche su Honor 8 è possibile variare la profondità di campo dopo aver scattato la foto.

Xiaomi Redmi Pro

Redmi Pro è stato il primo smartphone di Xiaomi ad avere una doppia fotocamera. Per la precisione è una 13 megapixel affiancata da una 5 megapixel utile al calcolo della profondità di campo. Non è quindi possibile sfruttarla separatamente per scattare, anche perché non avrebbe molto senso. Oltre all’effetto sfocatura è anche possibile applicare dei simpatici effetti al fondale o al soggetto in primo piano.

Apple iPhone 7 Plus

dual camera - 8

La versione Plus dell’ultimo iPhone ha guadagnato una seconda fotocamera. Sono due sensori da 12 megapixel: uno è l’equivalente di un 28 mm (ƒ/1.8) e l’altro è l’equivalente di un 56 mm (ƒ/2.8). Si tratta quindi di un teleobiettivo, quindi con un campo più stretto e più lontano. Apple utilizza questo secondo obiettivo come fosse uno zoom ottico di 2x e l’effetto è molto ben riuscito. Ci sono dei limiti: per tutti gli zoom fra 1x e 2x si tratta di uno zoom software e questa fotocamera, a causa della sua apertura ƒ/2.8 entra in gioco solo in situazioni di luce ottimale. In tutti gli altri casi lo zoom digitale 2x è digitale come su ogni altro smartphone. La modalità è disponibile anche nei video.

Da iOS 10.1 è poi possibile utilizzare le due fotocamere per applicare l’effetto sfocatura. Il risultato è notevole e spesso migliore della concorrenza. L’unica cosa da sapere è che la fotocamera utilizzata per lo scatto è quella zoom.

LG G5 / G5 SE

dual camera - 3

C’è chi poi, mesi prima di iPhone 7 Plus, ha adottato una soluzione simile ma opposta. Anche LG G5 ha a disposizione due fotocamere diverse come lunghezza focale. La prima è una 16 megapixel ƒ/1.8 da 29mm, l’altra è una 8 megapixel ƒ/2.4 da 12mm. In questo caso la fotocamera a risoluzione più bassa funge quindi da grandangolo. Abbiamo quello che spesso viene chiamato “effetto GoPro” con un campo visivo molto ampio è che riprende quasi tutto quello che è di fronte a noi, creando però una distorsione sui bordi. Oltre a questo via software è possibile integrare queste due fotocamere per creare simpatiche foto. Anche durante la registrazione di video è possibile passare da una fotocamera all’altra.

LG X Cam

dual camera - 4

LG X Cam è indubbiamente lo smartphone con dual camera più economico in circolazione. Il funzionamento è identico a quello di LG G5, con la differenza che le due fotocamere hanno una risoluzione inferiore: 13 megapixel e 5 megapixel. Anche la qualità ne risente.

Xiaomi Mi5S Plus

dual camera - 5

Xiaomi sembra aver accettato come sfida quella lanciata da Huawei con la fotocamera in bianco e nero. Qui abbiamo due 13 megapixel ƒ/2.0, di cui una in bianco e nero e senza filtro Bayer: abbiamo più luce e quindi un’immagine più definita. Potrete quindi scegliere se scattare con la fotocamera principale, oppure usare la modalità Mono, che va ad utilizzare solo la camera in bianco e nero. Abilitando la modalità stereo è invece possibile lasciare che sia il software a trarre il meglio da entrambe e realizzare una foto a colori con molto più dettaglio di quanto non si potrebbe fare altrimenti. I risultati sono spesso notevoli e solo raramente abbiamo notato un “eccesso di colore”. Al momento non c’è nessun modo per sfruttarle per creare l’effetto sfocatura (al contrario di Redmi Pro) o per usare la camera in B/N per i video.

Conclusioni

Come avete capito ci sono principalmente due tipologie di utilizzo: calcolo e utilizzo della profondità di campo (sfocato / effetti / 3D) o due tipologie di foto differenti (zoom / grandangolo / bianco e nero). Non c’è una scelta migliore, anche se ci sono ovviamente implementazioni più o meno riuscite. L’unico dispositivo al momento, fra quelli elencati, che vi permette di utilizzare una funzione per entrambe le filosofie è iPhone 7 Plus. Importante chiarire poi come questi non sono tutti gli smartphone con una doppia fotocamera (es. Honor6+, LG V10, LG V20), ma sono comunque i principali rappresentanti di questa categoria.

  • Tzr

    ciao, articolo molto interessante! 🙂
    solo una curiosità:
    la scelta fatta da huawei per il p9 è stata fatta solo a livello software o c’è un limite a livello hardware?
    quello che mi piacerebbe capire è se un futuro aggiornamento potrebbe permettere di usare contemporaneamente le due fotocamere…
    grazie mille! 🙂

    • Allora tecnicamente non puoi semplicemente estrarre le informazioni dal sensore in B/N e usarle per migliorare la foto a colori perché le due foto non sono identiche (i sensori sono lontani alcuni mm). Questo però non leva che con un buon software e un buon algoritmo non si possa comunque fare e Xiaomi con Mi5s Plus lo ha infatti dimostrato.
      La mia teoria è che Huawei avesse in canna questa opzione ma che poi non sia riuscita a realizzarla per tempo (vedi tutte le dichiarazioni sul fatto che lavorassero assieme), quindi chissà, magari in futuro un aggiornamento potrebbe portarlo (e magari anche su Honor 8).

      • Tzr

        grazie mille per la pronta ed esauriente risposta! 🙂

      • Demetrio Marrara

        Mi sa che le foto non le avete nemmeno aperte LOL

        • Perché? Le foto “stereo” di Mi5s Plus sono più impastate? P9 fa foto migliori?
          Non
          è questo il punto del confronto, dove abbiamo solo scelto di parlare di
          COME i telefoni sfruttano le due telecamere, senza però addentraci
          nella qualità. In questo caso è solo una scelta editoriale. La tua
          analisi fatta nei commenti è comunque in buona parte condisibile.
          Solo il punto sulla doppia fotocamere di P9 non lo è. Non lavorano insieme e basta coprire il sensore B/N per notarlo.

  • TheJedi

    Per me sono tutte cose inutili, l’unica cosa buona è lo zoom della camera dell’iPhone.

    • Giammy

      Invece il grandangolo è comodissimo quando vuoi riprendere cose in ambienti ristretti, io col G5 lo sto usando spesso, è una funzione molto utile!
      Sono le solite cose che finché non ce le hai dai per scontato che siano completamente inutili

      • TheJedi

        Si, anche il grandangolo è interessante, anche se è sostituibile con la panoramica (che fa lo stesso la deformazione che a me piace come effetto nelle foto del G5).

        • TheAlabek

          mmm no, non è affatto sostituibile da una panoramica, che avrà sempre problemi di esposizione e clipping

          • TheJedi

            Probabilmente dipende da telefono a telefono, io con l’S6 faccio delle panoramiche perfette, non si nota minimamente che sono più foto incollate.

          • TheAlabek

            Secondo me sta neglio occhi di chi guarda…

          • TheJedi

            Anche questo è vero, non sono di certo un fotografo esperto ne appassionato, ma discromie o aberrazioni le noto e sono sempre rimasto molto soddisfatto, certo non sarà altrettanto immediato, ma piuttosto che avere due fotocamere mi accontento.

          • TheAlabek

            Beh se puoi non accontentarti perché farlo?
            Vedi? Noti dei difetti ma per i tuoi standard rimani soddisfatto, per i miei ad esempio no (ma quello capriccio eh)

          • Giammy

            Anche, ma a parte quello, se hai un grandangolo riesci a prendere in campo cose MOLTO più vicine che usando la fotocamera normale, se hai anche pochissimo spazio per muoverti o per scattare riesci comunque a fare la foto.
            E poi fare una panoramica richiede “tempo”, mentre se hai già un grandangolo fai punta e scatta

        • Giammy

          In che senso è sostituibile con la panoramica?

          • TheJedi

            Scatti una panoramica e hai lo stesso risultato.

          • Giammy

            Allora avevo capito, non è sostituibile, tanto meno da una panoramica…sono cose molto diverse
            Al massimo basterebbe comprare quelle lenti aggiuntive da posizionare sopra la fotocamera normale, ma scomode comunque

  • Eletto Papino

    Bel lavoro, comunque a quanto pare sì, come avete detto la sfida è stata accettata da parte di xiaomi ma il risultato sembra posticcio, il concetto con cui è stata sviluppata questa idea da huawei è in poche parole prendere il dettaglio più fine dallo scatto del sensore in b/w, estrapolare le tinte dal normale così da fondere le foto aumentando dettaglio e contrasti, da parte sua xiaomi qualcosa ha concretizzato ma la foto risultante dall’unione perde in dettagli, impasta ed esaspera le tinte. Anche lo scatto in bianco e nero, anche se risulta più luminoso al centro perdendo verso l’esterno, è inferiore alla controparte huawei nell’esposizione e dettaglio. Ciò non toglie che da una collaborazione così importante da parte di huawei mi sarei aspettato molto di più, staremo a vedere nei prossimi dispositivi

    • Demetrio Marrara

      ma infatti il P9 lo si deve usare rigorosamente in manuale, altrimenti la mano di Leica sul software jpeg non la noti.

      • Eletto Papino

        Ma la mano di Leica è stato proprio nella collaborazione dell’interfaccia e nel’elaborazione del JPEG. Ora la foto può essere scattata in manuale o in automatico ma l’elaborazione del JPEG è sempre quella.
        Forse quello che intendevi è che proprio l’interfaccia manuale è il plus?

        • Demetrio Marrara

          Yes. E’ quello il plus del P9.
          Li si che si vede la mano di Leica.
          Comunque guarda i crop che ho pubblicato sopra. Le foto del MI5S sono indecenti altro che superiori a quelle del P9.

          https://www. ridble. com/huawei-p9-fotocamera/

  • mekssj86

    honor 8 può fare foto direttamente B/N, non so se applicando un filtro alla fotocamera o sfruttndo la sconda fotocamera, comunque non è necessario modificarla dopo.
    invece volevo chiedervi: come di imposta l’effetto sfocatura sempre su honor 8? grazie

    • Laevus

      L’honor 8 applica solo un filtro. L’utilità della seconda fotocamera è effettivamente un mezzo mistero su questo modello, probabilmente è stata messa solo per contenere i costi (usando già pezzi del P9).

    • Eletto Papino

      Se non erro slide da sinistra verso destra e scegli le modalità di scatto tra cui la scelta elettronica del diaframma. Comunque a quanto pare non è abilitata la possibilità di utilizzare solo la camera in b/w, magari prova a cercare da qualche parte su xda se è possibile utilizzare il porting dell’app fotocamera del p9 ma vidi qualche tempo fa e non trovai nulla di concreto, ma in verità non ci ho sbattuto molto la testa a cercare

  • Vlad Tepes

    Compratevi una reflex

    • Eletto Papino

      Guarda, rispondo a questo commento, molti danno questa riposta ad articoli che parlano di performance fotografiche di smartphone, ma secondo te la maggior parte delle foto catturate da questi apparecchi che fine fa?
      Una volta che risponderai a questa domanda capirai che investire 500-600€ per un corpo macchina ingombrante, altrettanti per un obiettivo ed avere in mano un oggetto per cui il suo utilizzo si limita a quelle applicazioni da smartphone non ha senso.
      Poi ti voglio ricordare una cosa, tempo fa non tutti avevano una macchina fotografica, e per riprendere qualche momento si utilizzava delle camere in plastica usa e getta, ecco il target da considerare per lo più; naturalmente lì la capacità di cattura era limitata a pochi scatti mentre ora si esaspera il concetto.

      • Vlad Tepes

        Sono d’accordo con te, il problema è che si pretende delle fotografie formidabili da apparecchiatura che si e no vale 20 euro in totale (e mi riferisco al sensore fotografico e lenti)… bisogna capire che sono limitate e che comunque sia usciranno delle foto medie con qualsiasi terminale.

        • Laevus

          Beh insomma, i sensori montati su alcuni smartphone sono di tutto rispetto ed equivalenti a delle fotocamere economiche.

          • TheAlabek

            Mmm no, il sensore rimane microscopico rispetto a qualcosa creato appositamente, anche economico

          • eric

            ….una leggenda metropolitana alla quale troppi abboccano….
            l’unico che può definirsi a livello di “compatta”, o superiore a molte, è il Panasonic CM1 che ha un sensore da 1″ …. o l’ormai non più in produzione Nokia 808 e Lumia 1020 da 1/2″

    • Laevus

      Come tutti gli altri hipster che spendono 1000€ fra corpo e obiettivo solo per fare i fighi e scattare foto al proprio piatto gourmet. Ma basta.
      Di tutte le persone che conosco che hanno una reflex, solo due hanno fatto dei corsi di fotografia e le usano per fare effettivamente foto che con uno smartphone non renderebbero altrettanto.

  • red wolf

    io ho il leeco cool 1 dual…e nn c’ho ancora capito una pippa di come utilizzarlo. Ma devo dire che fa buone foto, molto dettagliate.

  • TheAlabek

    Boh l’effetto sfocato dato via software è inguardabile in tutti i casi…

  • Iamyourfather

    Ho visto dal vivo un G5 e ho avuto modo di provare la fotocamera, sono presenti molte opzioni e le foto sono veramente molto belle, la funzione gran angolo è veramente interessante per come l’ha implementata LG, essendo una 8mpx si nota il leggero calo di dettaglio in confronto “a quella principale” ma comunque le foto rimangono definite e belle da vedere.

    Possiedo M8 da 2 anni, gli effetti sono interessanti, tipo quello di sfocatura, ecc, … il problema rimane secondo me nella risoluzione della seconda cam che ha una definizione troppo bassa, a volte riesce a prendere bene le distanze, ma nella maggioranza dei casi no (purtroppo), nonostante la 4Ultrapixel faccia delle belle foto.

  • Demetrio Marrara

    Allora premetto che in questo post mi dilungherò molto.
    Tutti questi smartphone hanno la dual camera ma partono da tecnologie e scopi di utilizzo totalmente differenti.
    Possiamo raggruppare Huawei P9, Xiaomi MI5S, Honor 8,M8, Redmi Pro (ed io aggiungo anche l’Honor 6 Plus, M9+, ZTE Axon) in un primo macro gruppo A. Mentre G5, X Cam, iPhone 7 Plus in un secondo macro gruppo B.
    All’interno del macro gruppo A, a sua volta, dobbiamo suddividere i primi 3 e l’Honor 6 Plus dai restanti quattro e vi spiego il perchè.
    Innanzitutto tutti quelli del gruppo A fanno riferimento ad una tecnologia, la prima, sviluppata da Altek nel 2012 (un’azienda che si occupa di elaborazione dell’immagine e che collabora con brand famosissimi nel campo come Canon, Nikon, Ricoh, Panasonic etc). I primi 4 utilizzano delle dual camera definite SYMMETRIC SHORT BASELINE (al contrario di quelle in verticale come su M8 e RNP che sono ASYMMETRIC, ovvero allineate verticalmente), ovvero due fotocamere allineate orizzontalmente poco distanziate tra loro. All’interno di questa suddivisione poi dobbiamo scindere P9, Honor 8 e MI5S perchè utilizzano l’ultima tecnologia RGB+Mono.
    Nel macro gruppo B, invece, sono tecnologie proprietarie, una sviluppata da LG con il V10 l’anno scorso, l’altra sviluppata da Lynx nel 2014, poi acquisita da Apple.
    Qual è la differenza principale tra queste due filosofie di pensiero? Fondamentalmente è nello scopo di utilizzo. La tecnologia Altek nasce con l’intento di aumentare la qualità fotografica combinando i risultati di due sensori (sia a colori che rgb+mono) pur non aumentando lo spazio utilizzato, arricchendolo di funzioni come può essere il BN, la profondità di campo simulata e gli effetti 3D.
    Nel caso delle altre, il funzionamento delle fotocamere è totalmente indipendente e permette esclusivamente di aggiungere funzionalità, non di aumentare la qualità fotografica.
    Qual è il difetto della tecnologia Altek? E’ l’incapacità, per ora, di riuscire a stabilizzare meccanicamente due sensori sincronizzati tra loro.
    La strada da seguire però è questa, perchè in futuro con questa soluzione avremo fotocamere più performanti in minor ingombro, con l’altra solo delle funzionalità utili o meno ma che si appoggiano esclusivamente sul sensore indipendente per forza di cose qualitativamente superiore.

    A scanso di equivoci inoltre ci tengo a precisare che anche quelle Huawei lavorano insieme, non solo quelle Xiaomi. Ce ne accorgiamo perchè le foto di P9/Honor8 sono superiori a quelle del Huawei Nova che utilizza lo stesso sensore, ma solo RGB. Inoltre un occhio attento percepisce anche la differente qualità delle lenti tra P9 ed Honor8, con il primo che fa scatti generalmente migliori del secondo. Quelli di Xiaomi con la funzione stereo hanno fatto una furbata perchè si allunga leggermente l’esposizione (lo stesso che avviene con la modalità notturna sui Huawei, ma li il tempo è indefinito) dando uno scatto più luminoso ma non migliore, ma il funzionamento è il medesimo della controparte. Inoltre bisogna considerare che già di base lo Xiaomi MI5S ha un diaframma leggermente più luminoso (2.0 vs 2.2 dei Huawei) ma dei pixel leggermente più piccoli (1.12 micron vs 1.25 dei Huawei).

  • Demetrio Marrara

    Non c’è paragone tra la qualità delle foto di P9 e quelle del MI5S. Quelle del MI5S peccano in dettagli, nitidezza, è tutto impastato con effetto acquerello. Per non parlare del range dinamico.
    (F5)
    https://uploads.disquscdn.com/images/f1793a31b50c707f167d667f22decb306ada81d2d9642ee41e356a5a1f5433d2.png
    https://uploads.disquscdn.com/images/31a2bb007dce59d66052130a04c9cf962c5a1f581531007d3b1feb74a0affba7.png

  • Demetrio Marrara
  • Claudio 23

    Anche Honor 6 Plus la possiede

  • La prima foto del P9 e’ palesemente fuori fuoco, avreste dovuto rifarla, se vengono tutte cosi’ l’esemplare e’ fallato, come si evince guardando invece quella dell’Honor.

  • PasquAle

    La moda della doppia fotocamera incombe oramai!
    Personalmente, essendo anche un appassionato di fotografia, non approvo questa soluzione per il “calcolo” della profondità di campo via software anche perché i risultati visti sono spesso scadenti, vistosamente artefatti e dunque innaturali!
    Tuttavia approvo invece la doppia fotocamera per gestire due differenti lenti, e quindi diversi effetti d’inquadratura, così come fanno LG G5 e iPhone 7 Plus; questo perché simulerebbe il cambio obiettivo di una reflex con risultati decisamente migliori e variegati con lo stesso dispositivo e con un semplice switch dall’una all’altra!

  • DeST

    Non so che prove avete fatto ma sul mio p9 plus la differenza coprendo la camera monocramatica in scarse condizioni di luce si nota… e pure parecchio! Quanto cavolo mi piace questo smartphone!!