apple iphone 7 final

Il successo di iPhone 7 Plus e del “Jet Black” non ferma il calo di vendite di Apple

Giuseppe Tripodi

Sono passate quasi tre settimane da quanto Apple ha presentato i nuovi iPhone 7 e 7 Plus e il noto analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities svela qualche informazione a proposito di come il mercato ha accolto i nuovi smartphone della mela.

Secondo Kuo, le vendite di iPhone 7 Plus sono andate meglio del previsto, anche se la versione base di iPhone 7 ha venduto meno di iPhone 6s. Il successo del phablet della mela sarebbe stato influenzato anche dal richiamo dei Galaxy Note 7 che, come ben saprete, ha avuto qualche problema di batterie esplosive: l’impossibilità di acquistare il dispositivo Samsung, la cui vendita è stata rimandata a novembre, sembra che molti utenti abbiano virato verso lo schermo generoso di iPhone 7 Plus, molto apprezzato anche per la doppia fotocamera.

LEGGI ANCHE: Le nuove fotocamere di iPhone 7 e 7 Plus

Grazie ad un diverso mix di fattori (che includono proprio fotocamera e insuccessi di Note 7), le spedizioni di iPhone 7 Plus avrebbero pressappoco eguagliato quelle di iPhone 7, registrando un successo maggiore del previsto. Inoltre, come ci si aspettava, la colorazione Jet Black è stata la più apprezzata dagli utenti.

Nonostante tutte queste premesse, Kuo prevede un anno di vendite in calo per gli iPhone; secondo KGI Securities, infatti, i nuovi iPhone 7 e 7 Plus venderanno meno di iPhone 6s e 6s Plus. In particolare, la società di analisi prevede 70 – 75 milioni di iPhone venduti, contro le precedenti stime che parlavano di 60 – 65 milioni.

Via: 9to5Mac
  • Evabbè, andrà meglio col 7S… Forse 😉

  • PasquAle

    Beh, era inevitabile se ogni anno il prezzo minimo per portarsi a casa un iPhone cresce!
    A mio parere buona fetta di utenti iPhone già arrancavano a sborsare tutti quei soldi per uno smartphone “bello&figo”, adesso sono rimasti solo i fanboy e poco più!
    In ultimo, e non per importanza, oramai ogni produttore ha un top di gamma a prezzo pressoché inferiore ma con qualità costruttiva che non ha nulla da invidiare a Apple, compresa la serie antagonista per eccellenza Galaxy dall’S6 in poi (e Note).