Allo Final

Privacy Allo: perché Google conserva i messaggi (a differenza di quanto annunciato)

Giuseppe Tripodi

Quando è stata annunciata allo scorso Google I/O, Allo prometteva grande attenzione per la privacy: come previsto, le chat in incognito vantano criptazione end-to-end che non lascia alcuna traccia sui server dell’azienda, ma il discorso cambia per i normali messaggi scambiati nelle canoniche chat.

In origine Google avesse assicurato che le conversazioni sarebbero state conservate solo in maniera transitoria e in forma non identificabile; tuttavia, le nuove condizioni con cui è stato pubblicato Allo indicano diversamente. Infatti, a differenza di quanto annunciato a maggio, l’app di chat registra sui server dell’azienda tutti i messaggi scambiati, a meno che questi non vengano eliminati dall’utente. Ovviamente le chat sono comunque criptate, ma con un sistema che permette agli algoritmi di Google di accedere alle informazioni contenute.

LEGGI ANCHE: Google Allo: SMS e altre cose che volete sapere

L’azienda di Mountain View ha confermato il cambiamento delle condizioni, spiegando che la nuova pratica è stata adottata per migliorare il funzionamento dello smart reply, ossia la funzione che suggerisce automaticamente le risposte adatte in base a quanto inviato dall’interlocutore (attualmente non funziona in Italia).

C’è da specificare che queste condizioni implicano anche alcune conseguenze dal punto di vista legale: essendo in possesso dei backup delle chat, infatti, Google sarà legalmente obbligata a fornire i messaggi degli utenti nel caso in cui un’autorità competente dovesse richiederli. Tuttavia, ciò non toglie che le chat in incognito siano assolutamente sicure e non tracciabili grazie alla criptazione end-to-end.

Via: TheVerge
  • Zeronegativo

    esattamente, perchè mai dovrei installare Allo? Ho letto alcuni articoli e visto la recensione, e ancora non capisco perchè dovrei usarlo.

    • Pol Pastrello

      Certo che la proliferazione di queste App di messaggistica fa si che uno poi debba averle installate tutte … non esiste la possibilità di installarne solo una a piacimento che possa comunicare con tutte le altre e viceversa …

      • Mauro

        A parte che non si è obbligati ad avere tutte le app di messaggistica installate (per fortuna), in verità tale situazione potrebbe cambiare tra non molto tempo: google sta dando ad alcuni sviluppatori selezionati, la possibilità di usare l’App Preview Messaging. Servizio presente nel google play services ed attualmente usato da Google Allo. Tale servizio permette di inviare un messaggio di chat ad una persona che non ha l’app di messaggistica installata sul dispositivo. In tal caso al ricevente arriva una notifica con il messaggio mandato, la possibilità di rispondere, di installare l’app o di ignorare tali notifiche in futuro.

        • Pol Pastrello

          Se ci sono alcuni amici, uno con Whatsapp, uno con Messanger, uno con Telegram, uno con Allo, uno con Hangout, etc non potranno comunicare tra di loro se non hanno perlomeno un’App tutti in comune. Questo farà si che se c’è qualche “integralista” ci dovrà essere qualcuno che faccia da “cerniera” ed installi più di un App.
          Non si è obbligati ma allo stato dei fatti poi devi installartene diverse, ad oggi non esiste un gateway tra diverse App.

          • Mauro

            Hai ragione, ed io stesso ne ho installate 4 (quelle che hai nominato tu escluso Messanger) . Ma con il discorso del paly services potrebbe nascere questo scenario: persona A ha WA e basta, persona B ha Telegram e nient’altro. Se queste applicazioni implementeranno l’App Preview Messaging, A manderà un messaggio via WA a B che lo riceverà via notifica e potrà decidere di rispondere via Telegram ad A che lo riceverà come notifica. Certamente non è il miglior modo di comunicare ma se entrambi saranno integralisti ecco che la cerniera verrà fatta dal play services.

  • Dario · 753 a.C. .

    È possibile essere sicuri che anche le chat in incognito sono sicure se il codice non è rilasciato?

  • Ma secondo voi un’azienda che vive con gli affari vostri (di tutti i generi e di tutti i tipi) vi “regalerà” mai un’app di messaggistica blindata e sicura? Eh…