Google Allo: SMS e altre cose che volete sapere

Giuseppe Tripodi -

Questa mattina Google ha pubblicato negli Stati Uniti la sua nuova app di messaggistica Allo: quest’app non è ancora disponibile in Italia, ma attualmente è possibile installarla tramite il file APK.

Per questo motivo, ancora non tutti l’avranno provata e ci sono diversi, leciti dubbi in merito: proviamo a fare un po’ di chiarezza.

FAQ Allo

Serve un numero di telefono per usare Allo?

Sì, per utilizzare Allo è necessario inserire il numero di telefono: così come WhatsApp e altri servizi simili, infatti, Allo dipende dal numero, e non dall’account Google.

Posso utilizzare Allo su più di uno smartphone?

No, Allo può essere utilizzato solo su un dispositivo alla volta.

È disponibile un client web o desktop?

No, attualmente Allo può essere utilizzato solo su smartphone.

Cosa succede se cambio smartphone?

Dopo aver reinstallato Allo, dovrete eseguire la configurazione da zero: Allo non conserverà il vostro nome, foto o la cronologia delle chat, in quanto attualmente non integra alcuna funzione di backup.

È necessario collegare un account Google per usare Allo?

No, collegare un account Google è utile solo per migliorare i risultati di Google Assistant.

Allo funziona in landscape?

Nope.

Google Assistant funziona in Italia?

Sì, ma non è ancora disponibile in Italiano. Google Assistant è probabilmente la funzione più interessante di Allo, in quanto è un assistente personale che cercherà qualsiasi cosa per voi e con il quale è possibile interagire come se fosse una persona reale (o quasi). Tuttavia, Google Assistant attualmente funziona solo in inglese.

Allo supporta le videochiamate?

No, ma è possibile eseguire videochiamate con la sua app gemella, Duo. Precisiamo tuttavia che sono due app completamente separate, che non condividono alcun dato o impostazione.

Quali sono le differenze tra Allo e WhatsApp / Telegram / Messenger? Allo supporta gli sticker? E le GIF?

Per scoprire tutte le funzioni di Allo e confrontarle con quelle di WhatsApp, Telegram e Facebook Messenger, date un’occhiata alla nostra tabella riassuntiva.

E se il mio interlocutore non ha Allo?

Grazie alla nuova funzione di App Preview Messaging, Google è in grado di recapitare il messaggio ad un qualsiasi utente Android tramite Play Services, a prescindere che abbia installato o meno Allo. Non tutti i contatti sono compatibili, ma in tal caso riceveranno una notifica dove potranno leggere il messaggio inviato, rispondere e, eventualmente, installare Allo.

Allo supporta gli SMS?

No: Allo non sembra essere pensata per essere usata anche come app per gli SMS, ma negli USA e in altri paesi in cui è stata ufficialmente rilasciata ha un comportamento piuttosto curioso.

Per interfacciarsi anche con smartphone che non supportano l’App Preview Messaging (iPhone o particolari smartphone Android), quando si prova ad inviare un messaggio tramite Allo ad un utente che non ha installato l’app, il suddetto messaggio potrebbe arrivare come SMS inviato da un numero proxy. Rispondendo a questo numero, il messaggio viene inoltrato nella conversazione di Allo e non viene ricevuto tramite SMS. Google, insomma, crea una via di mezzo basata sugli SMS per chi non utilizza il servizio.