Resistenza all’acqua: iPhone 7 batte Galaxy S7, ma non senza conseguenze (video)

Andrea Centorrino

Quest’anno Apple ha finalmente presentato uno smartphone resistente all’acqua (anche se già l’anno scorso ci eravamo accorti di un certo “sforzo” in tal senso), ed era solo questione di tempo prima che qualcuno mettesse a confronto questo aspetto di iPhone 7 con l’omologo del suo diretto concorrente, Samsung Galaxy S7.

La certificazione ottenuta da iPhone 7 è la IP67, che gli permetterebbe di uscire indenne (Apple comunque non applica la garanzia sui danni da liquidi) da un’immersione in acqua dolce ad 1 metro di profondità per mezz’ora, mentre Galaxy S7 arriva alla IP68, che estende la profondità a 1 metro e mezzo.

I due smartphone sono stati immersi in un fiume dell’America nord-occidentale a profondità incrementali: si è partiti da 1,5 m e, a step di 1,5 m, si è arrivati a 10,5 m, toccando il fondo del corso d’acqua. I tempi di immersione hanno variato dai 5 ai 15 minuti.

L’ultima immersione a 10,5 m è stata eseguita quasi per disperazione, visto che né iPhone 7 né Galaxy S7 ne volevano sapere di cedere: alla fine quest’ultimo si è spento, non dando più segni di vita fino a quando, alla Baywatch, non si è riusciti a far uscire un po’ d’acqua dal bordo della fotocamera, portando il flash ed il LED per le notifiche ad accendersi a singhiozzo (e surriscaldando lo smartphone).

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere su iPhone 7

iPhone 7 ha continuato a funzionare, ma non senza riportare danni: l’acqua è penetrata nello schermo, creando un alone nella parte inferiore, mentre il Touch ID è risultato fin troppo sensibile a qualunque pressione. Un ottimo risultato per Apple dunque, che per essere confermato, però, necessiterà dell’intraprendenza di qualche altro youtuber.

Fonte: EverythingApplePro