Pokémon GO Copertina

John Hanke di Niantic Labs parla di Pokémon GO, nel passato e nel futuro

Massimo Maiorano

A dispetto del successo inizialmente avuto, Pokémon GO sta sperimentando quel declino che in tanti avevano profetizzato e causato, in parte, dalla perpetrata assenza di importanti funzionalità di gioco attese dagli allenatori.

In una intervista rilasciata ai colleghi di Techcrunch, il CEO di Niantic Labs John Hanke (Squadra Istinto) ha però nuovamente confermato che il team (100 utenti tra collaboratori e impiegati a tempo pieno) sta vagliando vari metodi utili a portare nel gioco battaglie e scambi tra allenatori, tornei dal vivo, peculiari esperienza multi-player, e ovviamente server più solidi. Nel colloquio si parla delle prime ore di ufficializzazione (ed emergenza) del gioco, di Ditto, di Ingress e Field Trip, della stabilità attuale della situazione, e di come Pokémon GO sia nato più o meno da un pesce d’aprile.

LEGGI ANCHE: Pokémon Generazioni, disponibili i primi 2 miniepisodi della nuova serie animata

Inoltre, si conferma un possibile arrivo del supporto a dispositivi Android Wear e non, che dovranno però dimostrare di essere “interessanti” come il nuovo Apple Watch. L’intervista completa a John Hanke, CEO di Niantic Labs, potrà essere recuperata a questo indirizzo.

Via: Venturebeat
  • Mattia Galati

    “sta vagliando vari metodi utili a portare nel gioco battaglie e scambi tra allenatori, tornei dal vivo, peculiari esperienza multi-player, e ovviamente server più solidi”
    Stanno parlando di tutto, il che significa che non stanno parlando di niente.

  • matteo masi

    winter is coming

  • LucaFrance Traverso

    diciamo che il primo passo da fare sarebbero i SERVER piu’ solidi, poi magari la compatibilita’ con gli smartwatch, poi tutto il resto.

  • Schumi

    Non ci sono “allenatori”, soltanto “giocatori”.

  • Dott. Anime

    Secondo me dovrebbero pure togliere l’opzione che chi ha il root sul proprio dispositivo non possa giocare. Non vuol dire che se uno ha il root usa per forza le hack