Pokémon GO incassi

Pokémon GO ha incassato 440 milioni di dollari in due mesi

Giuseppe Tripodi

Vi siete già stancati di Pokémon GO o state ancora lottando per catturarli tutti? In ogni caso, poco importa che il numero di giocatori attivi stia calando (dopotutto è fisiologico!): in soli due mesi, Niantic ha infatti guadagnato 440 milioni di dollari da questo titolo, divenuto in poco tempo un fenomeno virale.

A tal proposito SensorTower ha voluto confrontare i guadagni di Pokémon GO con altri prodotti di intrattenimento che hanno spiccato nello stesso periodo, nello specifico alcuni dei più famosi film quali Warcraft, Indipendence Day: Rigenerazione, il film di Angry Birds e il nuovo Ghostbusters.

LEGGI ANCHE: Recensione Pokémon GO

Potete dare un’occhiata al confronto nel grafico di seguito: quanti di voi hanno contribuito a far vendere Pikachu meglio degli orchi di Warcraft?

Incassi Pokémon GO

Via: Multiplayer.it
  • Mario I/O

    Felice di non aver contribuito.

    • Marco Missere

      Interessante.

  • SickBoy

    Buono a sapersi. Così se un giorno uno scienziato mi presterà la sua DeLorean, invece di andare nel futuro e far casini con almanacchi vari, torno indietro e mi “invento” sto gioco.

  • Io ho aiutato sia Pikachu che gli orchi di Warcraft.

  • the

    No no, scusa? Tra ste robe c’è anche angry birds movie? 350 milioni di dollari di incasso? Mi stupisce molto più che pokemon go!

  • F0rEv3rN00bZ

    Scusate ma che senso ha “ha voluto confrontare i guadagni di Pokémon GO con altri prodotti di intrattenimento”.
    Fai un confronto con altri giochi, non con film. Non ha davvero un senso e non fa un paragone sensato, sia come costi investiti che come media dei guadagni.
    Dato che si tratta comunque di intrattenimento voglio anche un paragone con le birre più bevute nei pub negli ultimi due mesi!

    • dahrk-shā’vich

      È facile, pokémon go appartiene all’industria culturale non diversamente da warcraft, e vengono giudicati in quanto tali.
      La validità di un’analisi poggia sui suoi presupposti, tra cui rientrano i criteri di omogeneità per i termini di paragone. Ridefinire i presupposti (e i criteri) non confuta l’analisi ma ne propone un’altra.
      Vogliamo parlare di po go in riferimento ad altri mmorpg? Non cambia il succo, al limite ci ricaviamo un’equazione di massima per immaginarci gli utenti in funzione del tempo: il boom, sempre sempre oltre le aspettative e la capienza del server, fornisce una base d’utenza che viene attentamente filtrata per tirarne fuori lo zoccolo duro di qualsiasi mmorpg, la nicchia di fanatici del gioco. Seguono sporadici spikes in corrispondenza del rilascio delle patch.

      • F0rEv3rN00bZ

        Capisco ma oggettivamente Pokemon go è un videogioco (per quanto io non riesca a considerarlo tale) e pertanto andrebbe paragonato ad altri videogiochi, non a film tratti da videogiochi!
        Non ha senso paragonare gli incassi di un videogioco con gli incassi di un film…non restituisce in alcun modo nessun dato statistico!

        • dahrk-shā’vich

          Se ne possono ricavare alcuni dati interessanti, in realtà.
          Per esempio, che l’investimento di niantic assomigli più alle grandi distribuzioni cinematografiche che ai media videoludici.
          No? A me sembra proprio di sì.

  • Lorenzo Ferrari

    L’ho provato e veramente diventato famoso

  • Wow! Addirittura meglio di Warcraft! Grande Nintendo, sempre la numero uno! 🙂