TIM

Le future offerte TIM toccano giochi, mobile, ADSL, business e tanto altro

Massimo Maiorano

L’operatore telefonico TIM non perde tempo e, ad estate praticamente finita, getta le basi di quello che sarà il futuro delle offerte per praticamente tutti i tipi di clienti.

Ecco in anticipo cosa ha in mentre per i propri (anche futuri) clienti TIM:

  • TIM Smart: Internet, telefonia fissa/mobile e contenuti premium; 29,90 euro al mese (per il primo anno, con mese iniziale gratuito) per i soli nuovi clienti
  • TIM Smart Casa / TIM Smart Mobile + fibra ottica: l’operatore concederà la prova gratuita (per tre mesi) della fibra ai clienti raggiunti
  • ADSL 7 Mega: chi ne è già in possesso disporrà gratuitamente (fino a giugno 2017) di un adeguamento della velocità a quella massima consentita dalla fibra ottica
  • Happy Hour: i clienti consumer ricaricabili potranno navigare in 4G gratuitamente (per un mese) dal proprio smartphone, dalle ore 19 alle ore 22
  • TIM Smart TV: in collaborazione con Samsung; i clienti potranno acquistare una smart TV Samsung Full HD (2016), con cinema e serie TV di Premium Online inclusi per sei mesi
  • TIMgames: oltre 100 giochi online fruibili in streaming sulla TV; TIMvision accoglierà in futuro anche i contenuti gaming
  • dal mese di ottobre, saranno offerte in live streaming su TIMvision le partite del canale Lega Calcio Serie A TIM TV per ogni turno di campionato
  • per le imprese: ad Acilia (Roma), nuovo data center con certificazione Tier IV, che amplia ulteriormente la rete di infrastrutture ICT
  • TIM OPEN: per sviluppatori di software per le imprese; potranno accedere ai servizi cloud e alle API per pubblicare le proprie applicazioni su Nuvola Store
  • estero: sarà introdotta la prima offerta ricaricabile business europea, utilizzabile nei 28 Stati membri dell’Unione Europea: azzerato il roaming in anticipo di nove mesi; con Europa Vera, si avranno offerte che includono minuti e GB fruibili ovunque.

LEGGI ANCHE: Fusione 3 – Wind: cosa cambia per gli utenti?

Cosa ne pensate di tutte le novità TIM qui illustrate?

Via: Mondo3
  • G!

    Sarà che sono strano io, ma non capisco perché offerte destinate a un pubblico italiano debbano avere nomi in inglese

    • L0RE15

      è la globalizzazione tanto cara ad alcuni (che poi magari quelle parole in inglese le pronunciano pure male)…
      …e l’inglese è la lingua..”globale” per eccellenza… 🙁

    • signorcarlo

      TIM Furba
      TIM Furba per la Casa
      Tariffa Scontata
      TIM Furba per la TV
      TIM Giochi
      TimVisione
      TIM APERTO

      In tutta onestà più che rispetto alla lingua italiana questa sarebbe un rigurgito di autarchia fascista, e poi sarebbero ammesse le parole di derivazione straniera italianizzate tipo panorama o bisognerebbe usare bellosguardo?

      • G!

        Così stai solamente traducendo senza contesto dall’inglese e direi proprio che non è la stessa cosa. Non dico di forzare l’uso assoluto dell’italiano, dico solo che in moltissime situazioni non ha senso scrivere o dare nomi in inglese a prodotti destinati a un popolo che non lo parla

        • signorcarlo

          In realtà ho tradotto tenendo ben presente il contesto dell’offerta specifica perchè a un anglofono quelle offerte inglesi suonano esattamente come le registrerebbe un italiano leggendo l emie traduzioni. anzi ti dirò di pià videogames/games per un italiano è qualcosa di ben specifico da sempre ci sono parole che sono entrate nel vocabolario italiano direttamente da altri vocabolari, credo si chiamino, tradotto sono, prestiti linguistici. happy hour per un italiano è solo quello dell’aperitivo e quindi lo si lega a un momento scanzonato e a buon mercato se fosse stata una traduzione letterale avrei scritto TIM APERITIVO SCONTATO e così via… stiamo parlando di parole singole alcune con un chiarissimo significato evocativo anche per gli italiani, l’unica a essere considerata ambigua è SMART. in soldoni polemica sterile

          • G!

            Eh si, la mia polemica è sterile ma il Paese di Dante non riesce a trovare i giusti nomi nella sua lingua per i propri prodotti

      • blablabla

        Belvedere.

        • signorcarlo

          bellosguardo fa più autarchia linguistica