fusione wind 3

Fusione 3-Wind: via libera dall’UE, Free Mobile in arrivo in Italia

Giuseppe Tripodi - Secondo quanto riportato da Bloomberg, mancherebbe ormai pochissimo alla fusione tra 3 e Wind.

Da ormai più di un anno si parla della fusione tra Wind e 3 Italia: i due operatori hanno raggiunto un accordo lo scorso agosto e da allora aspettano il nullaosta della Commissione Europea. Nel frattempo, attende un responso anche Iliad, società francese dietro Free Mobile, che diventerà il quarto operatore in Italia nel caso in cui la joint venture andrà a buon fine.

A tal proposito, citando fonti anonime vicine alla transazione, Bloomberg riferisce che la Commissione Europea avrebbe approvato la fusione e che probabilmente il commissario europeo Margrethe Vestager terrà una conferenza stampa la prossima settimana per annunciare ufficialmente la novità. In tal caso, si tratterebbe di un netto anticipo rispetto alla data entro cui la Commissione Europea avrebbe dovuto comunicare o meno il proprio benestare, ossia l’8 settembre.

LEGGI ANCHE: L’unico modo per bloccare davvero il roaming all’estero

Nel caso in cui tutto venisse confermato, a brevissimo avremo quindi un nuovo assetto degli operatori in Italia: il nuovo gestore nato dalla fusione tra 3 e Wind rappresenterà l’operatore con un maggior numero di utenti e, accanto a Vodafone e TIM, arriverà anche Free Mobile, che potrà beneficerà delle antenne e delle frequenze vendute dalle due aziende durante le operazioni di fusione.

Via: TariffandoFonte: Bloomberg
  • Andrea Guzzon

    Qualora andasse a buon fine la fusione ci sarà un nuovo bando di riassegnazione dei lotti per il 4g (con conseguente cambio di copertura) o sarà a discrezione della società neonata quali tenere e quali vendere?

    • daniele2010

      Essendo stati venduti a loro tempo mi sembra difficile che vengano riassegnati, penso che la nuova società potrà decidere che farne come hai detto…

      • signorcarlo

        credo che debbano venderne una parte e a comprarle sarebbe freemobile.

    • Valerio Stipani

      In realtà c’è già un accordo con iliad che dovrebbe acquisire tali lotti per utilizzarli per l’ingresso di Free in Italia. DI certo l’operatore che si verrà a formare dal merge di Wind e 3 non può (la legge lo impone) mantenere tutta quella banda di frequenze.

      • Andrea Guzzon

        La domanda rigirata sarebbe: con il merge si andrebbe a perdere la dipendenza dalla 800MHz per il 4g con possibilità di connettersi anche alle 1800MHz?

        • Giuseppe Tripodi

          Me lo son chiesto anche io se e come cambierà la situazione delle frequenze LTE (anche considerando tutta la menata degli 800 MHz e sinceramente ancora non mi sono dato una risposta.
          Non mi pare che sia stato detto nulla quando è stato annunciato l’accordo con Iliad (ma sarei lieto di sbagliarmi).
          Probabilmente dovremo attendere che il nuovo operatore entri in attività per scoprirlo.

          • Andrea__93

            Il nuovo operatore avrà gli 800 mhz di Wind e 2600 Mhz per LTE (Sia le frequenze che aveva H3G che parte di quelle di Wind non cedute al nuovo operatore). In realtà anche Wind aveva più di qualche frequenza a disposizione, ma non le hanno sfruttare a dovere. Se a fusione avvenuta si concentreranno sulla copertura e il potenziamento dei siti esistenti non ceduti, potrebbero anche creare una rete che non avrebbe nulla da invidiare a TIM o Vodafone

          • Andrea__93

            ” L’accordo con i francesi prevede la cessione da parte di Wind/3Italia di frequenze 2x35MHz 3G/4G (2x5MHz a 900MHz, 2x10MHz a 1800MHz, 2x10MHz a 2100MHz e 2x10MHz a 2600MHz)”

            Se si considera il totale delle frequenze possedute attualmente da Wind e 3 (su Wikipedia stanno scritte sull’articolo dell’asta delle frequenze), direi che ne rimangono abbastanza per formare una buona rete

  • AspxTM

    per gli utenti 3 con contratto? che succede?

    • kpkappa

      Nulla fino alla fine del contratto.

      • talme94

        In teoria

        • kpkappa

          Sempre in teoria, in Italia.

    • Giuseppe Tripodi

      È presto per dirlo, ma in teoria non possono esserci modifiche contrattuali ad un accordo che hai già firmato prima della fusione.

      • Ugo

        ROTFL!
        contratto?
        quelle cose che loro possono cambiare mandandoti un messaggino con scritto “da domani è così e se vuoi puoi andartene senza penali”?

      • Tiwi

        in teoria sarebbe cosi..in pratica, hanno trovato il modo di far pagare il 4g anche a chi aveva un contratto che lo prevedeva gratis..

  • Alberto

    Netto anticipo? 4 o 5 giorni sarebbero un netto anticipo?

    • Giuseppe Tripodi

      Per una decisione che darà il via libera alla creazione dell’operatore più grande in Italia (nonché uno dei più importanti in Europa), permetterà ad una multinazionale come Iliad di portare il suo operatore in territorio italiano (e quindi muovere un enorme capitale tra Francia e Italia) e che è stata sul filo del rasoio per mesi, anche considerando che l’UE ha bocciato la fusione di O2, in quanto avrebbe potuto minacciare il libero mercato?
      Sì, in tal caso 4 o 5 giorni sulla data stabilita sono un netto anticipo.

      • Alberto

        Non c’è bisogno che mi fai tutto il riassunto ho seguito tutta la vicenda e continuo a pensare che 4 o 5 giorni non siano un netto anticipo, ma, al massimo un anticipo. Questione di punti di vista “temporali…”

  • Roberto

    per chi come me è infostrada cambierà qualcosa ?

  • Fabrizio Giancaterini
  • Danziger

    È un anno che la Commissione Europea deve pronunciarsi. La scadenza è l’8 settembre, e l’eventuale l’annuncio della settimana prossima, ovvero una settimana prima della scadenza, lo ritenete un “netto anticipo”? Una settima prima della scadenza dopo un anno di attesa dalle mie parti non è un netto anticipo.

  • Tiwi

    si prevede un 2017 pieno di rimodulazioni, aumenti di prezzo, reti indecenti..

    • LucaFrance Traverso

      semmai proprio il contrario, sara’ il momento in cui si avra’ piu’ concorrenza con FREE MOBILE e la compagnia nascente fra wind e tre avendo un bacino enorme di utenze potra’ permettersi di abbassare i prezzi, inoltre la tra i ponti radio 3 e wind si avra’ fianalmente una copertura ottimale sul territorio nazionale, infatti le antenne lasciate libere sono quelle che wind e tre impegnavano di tim e vodafone.

      • Valerio Stipani

        Wind+3 abbassare i prezzi? Il fatto che attualmente sono quelli con i prezzi più bassi con una rete così e così e che devono fondersi per non fallire proprio non ti dice nulla?

        “le antenne lasciate libere sono quelle che wind e tre impegnavano di tim e vodafone” questa proprio non l’ho capita

        • Renato

          la rete della 3 così così? bah
          l’espressione fondersi per non fallire denota una certa ignoranza su come funzionano queste cose…la fusione è proprio dimostrazione di grande solidità economica di 3

          • Valerio Stipani

            Secondo lei la rete di 3 è buona (perchè allora avrebbe bisogno di andare in roaming su Tim me lo deve spiegare..) e la sua economia solida. Che senso ha la fusione allora?

          • Renato

            si, la rete 3 è ottima. il roaming con la TIM è per ovviare a una mancanza di copertura ovvia per come è stata costruita la rete 3, non c’entra con la qualità.
            La fusione va vista proprio come un consolidamento del business di HW in Italia, se ti interessa l’argomento qui ho trovato una desamina abbastanza precisa e che condivido:
            http://www.mondomobileweb.it/56592-fusione-joint-venture-wind-e-3italia-il-punto-della-situazione/

          • Valerio Stipani

            Il caso ha voluto che finissi proprio ora di leggere quell’articolo. Riconosco che è la prima disamina organica sulla questione ma purtroppo pecca in alcuni conti un po’ troppo grossolani (vedi quello sul numero dei siti).
            Non sono d’accordo sul dire che la rete 3 è ottima. Ritengo la copertura un’aspetto fondamentale della qualità di una rete radiomobile. E copertura a parte le chiedo di trovarmi report/analisi/studi di un qualsiasi ente che affermi che le performance globali della rete 3 siano paragonabili o migliori di quelle di TIM o Vodafone.

            E se poi 3 ha tutta questa solidità economica perchè non ha mai recuperato la mancanza di copertura? Aumentare copertura significa aumentare il bacino di potenziali utenti. Sarebbe la prima cosa che un’impresa vorrebbe fare.

          • Renato

            dai non può pretendere che in dieci anni la 3 montasse una copertura pari a quelle costruite dagli altri operatori in 25 anni…non è realistico, considerando anche che si tratta di una rete UMTS.
            riguardo la qualità ci sono diversi studi che dimostrano che la rete 3 come performance non è affatto male, come il premio che ha ricevuto credo due anni fa per la miglior rete UMTS d’europa dall’istituto qualità e finanza tedesco o come questo articolo wired:
            http://www.wired.it/internet/tlc/2016/05/04/reti-mobili-italia-4g/
            come comunque scritto nell’articolo precedente la fusione dovrebbe contribuire ad alzare ancora di più il livello di qualità ( e ovviamente coperturra) della rete 3.

          • Valerio Stipani

            Infatti, facciamo i paragoni a pari condizioni. Parliamo di 4G. Gli operatori hanno iniziato a implementare LTE da dicembre 2012. Meno di 4 anni fa. Sono partiti tutti insieme. Vogliamo realmente fare un paragone sulla rete 4G di 3 e quella di Vodafone o TIM? Suvvia.

            L’articolo su wired in nessun punto cita un primato di 3.

            Il riconoscimento a cui ti riferisci è quello del 2014. 3 risultò la rete con la migliore qualità sulle chiamate voce. La cosa fece sorridere in tanti e ti spiego il perchè. 3 non ha una rete 2G. E’ nata con il 3G e ora sviluppa sul 4G. E’ noto a tutti che sul 4G le chiamate voci si realizzano tramite VoLTE che solo da poco e su pochissimi terminali viene supportato. Quando nel 2014 vennero fatte quelle valutazioni 3 aveva una rete 4G praticamente insesistente e tutti i clienti erano sul 3G (dove facevano anche traffico voce). Invece gli operatori con una rete LTE già con buona copertura avevano tanti clienti su quella rete che però non supportava il traffico voce. In caso di telefonata il terminale lasciava LTE per attestarsi su 2G o 3G. Poichè la qualità voce del 3G è migliore che sul 2G (e ricordando che 3 non ha 2G), si capisce che è una questione di pura media matematica il fatto che i clienti 3 sperimentavano una migliore qualità voce.

          • Renato

            non so entrare nel merito dei criteri usati per i vari test ma anche l’articolo di wired evidenzia che le reti in Italia sono di ottimo livello.

          • Valerio Stipani

            Ma ora parli in generale? Certo che le reti in Italia sono di ottimo livello. Abbiamo diversi primati in ambito europeo. Ma di certo non grazie a 3.

    • Diego Baglivo

      Ma cosa cambierà hai già clienti wind o tre?

      • Alessio Moretti

        potranno collocare le “h” dove servono ;D

        • Merlino Sansone

          Ci mancava il maestro di turno..quello che invece di pensare a quello che conta cioè l’oggetto di discussione si mette a correggere gli errori grammaticali degli altri..

      • Tiwi

        in teoria, ed è quello che spero, non dovrebbe cambiare nulla, a livello di prezzi/tariffe;
        tuttavia, visto il modo, semplice e veloce (e senza controllo) in cui cambiano e fanno rimodulazioni a prezzi ed offerte, c’è da aspettarsi di tutto..
        l’unica cosa positiva, per chi non è in abbonamento, è che almeno si potrà cambiare operatore..nel caso facessero qualche cosa del genere, ma ti ripeto, non si sa con certezza cosa potrà succedere

        • Renato

          anche qui scusa ma una precisazione: le rimodulazioni non sono mai senza controllo…informarsi prima di scrivere cose non corrette…

          • Tiwi

            rimodulazioni controllate?? da chi? dall’agcom?? o da quale altro garante?
            certo, magari in teoria ogni rimodulazione dovrebbe essere controllata..ma pensi ci sia stato controllo nella riduzione dei mesi a 28gg?? o nel pagamento di servizi quali 404-414? o nel pagamento del 4g?

          • Renato

            si infatti TIM e Wind hanno preso delle belle multe per quella rimodulazione, se vai a controllare bene gli altri casi ti accorgerai che il controllo c’è ed è più invasivo di quanto si pensi. Se stiamo invece parlando per luoghi comuni e populismo chiudiamo qui…

          • Tiwi

            ma stai scherzando o cosa? multe da 300000 euro o poco più, o di 1 mln di euro..quando con le rimodulazioni hanno guadagnato decine di mln..
            senti..io penso che tu debba infrmarti un po..xk io sò bene di cosa parlo..ma tu forse, stai dando un po troppa fiducia ad operatori che principalmente pensano al loro profitto

          • Renato

            so quello che dico perchè lavoro da 15 anni nelle tlc, non sarei intervenuto nell’argomento sennò
            e quando vuoi mi spieghi quale azienda invece non fa i propri interessi 😉

          • Renato

            cmq se può interessare è statao appena dato l’ok ufficiale alla fusione

          • Tiwi

            letto…
            nelle prossime settimane/mesi..vedremo come si comporteranno 😀

    • Renato

      rimodulazioni sicuramente si, imho gli operatori cercheranno di “preparare” il mercato all’entrata di Free facendogli trovare dei prezzi leggermente più alti degli attuali per poter poi ricominciare a scendere quando comincerà la battaglia sulle tariffe
      per le reti…perchè indecenti? sicuramente la situazione delle infrastrutture non potrà che migliorare con questa fusione e l’entrata di un 4° operatore

      • Tiwi

        migliorare..se investono..ma nessuno li “obbliga” a farlo..negli ultimi anni..solo vodafone e tim hanno investito nelle reti..e al di la di quello che dicono..non mi aspetto grossi miglioramenti per la rete wind-tre

        • Renato

          ma da dove le prendi ste info?
          tutti gli operatori mobili, ogni anno, mettono a budget grosse cifre per rafforzare le proprie infrastrutture.
          la frase “se investono..ma nessuno li “obbliga” a farlo” è sintomo di ignoranza tanto quanto le altre…spiegami perchè un’azienda non dovrebbe investire sulle proprie infrastrutture e chi (fantomicamente) dovrebbe obbligarli…
          se conoscessi il mondo delle TLC ti rendersti conto che invece oggi in Italia non puoi non sviluppare le reti, anche solo un anno di ritardo ti può emarginare dal mercato.
          ma giusto per capire: come mai tutto questo astio verso la 3? non c’è altro modo di giustificare osservazioni faziose e incorrette come le tue…

          • Tiwi

            astio verso 3 dove lo hai letto?
            il mio è solo scetticismo nei confronti di un unione, che porta, i 2 diciamo “più scarsi” operatori italiani, per rete e numero di utenti, ad essere il più forte grande e importante operatore italiano..

            poi magari sarò io, un po pessimista..ma ripeto..solo il tempo permetterà di giudicare questa unione..

  • Grazie

    Raga ma pensate alla fica no a ste stronzate

  • Francesco Badini

    In tutto questo speriamo di trarne vantaggio anche noi consumatori e di non prenderlo come al solito in quel posto… Stiamo a vedere cosa succede

  • Tiwi

    confermato..storia chiusa..unione approvata..