Google pubblicità invasiva

Google penalizzerà i siti mobile con pubblicità invasive

Giuseppe Tripodi -

Nella giornata di ieri, Google ha annunciato due importanti novità per il suo motore di ricerca, che con ogni probabilità influenzeranno l’evoluzione del web nei prossimi anni.

In primo luogo, come potreste aver già notato, dai risultati delle ricerche da mobile sta scomparendo l’etichetta Mobile-friendly: questo cambiamento è dettato dal fatto che, secondo le stime di Google, ormai l’85% dei siti indicizzati sono mobile friendly. Inoltre, la rimozione della dicitura non implica che Google smetterà di considerare questo fattore: avere un sito responsive che adatta il proprio layout alle diverse dimensioni dei display contribuirà comunque a far apparire il portale più in alto nei risultati di ricerca.

L’altra novità, decisamente più interessante, è che Google penalizzerà i siti mobile che mostrano banner pubblicitari invadenti, che coprono i contenuti del portale stesso e che rendono faticosa la navigazione.

LEGGI ANCHE: Google migliora l’autenticazione nelle app di terze parti

Come potete intuire dall’immagine in copertina, la società di Mountain View condanna principalmente i siti che anche su smartphone propongono pubblicità a tutto schermo (o quasi), che interrompono la fruizione dei contenuti o impediscono proprio di accedere al sito una volta cliccato sul link.

Al contrario, Google non penalizzerà altri tipi di banner, ad esempio quelli per l’accettazione dei cookie, per la verifica dell’età o anche pubblicità in sovrimpressione ma che occupano una porzione ragionevole di schermo.

Google banner tollerati
Esempi di banner che saranno tollerati, se usati correttamente.

 

Le modifiche verranno applicate a partire dal 10 gennaio 2017: dopo questa data, i siti che mostrano pubblicità invasive verranno penalizzati nei risultati di ricerca di Google, saranno posizionati più in basso o non compariranno affatto.

Via: TechCrunchFonte: Google
  • Gianluca

    tipo il vostro sito??????????????? ahahahahahah

    • Obi-Wan

      Più o meno quello che ho pensato io.
      Mi dispiace per loro ma senza adblock è quasi inusabile.
      Quasi tutti i giorni lo disabilito una volta e clicco anche un paio di link a caso per dargli comunque qualche centesimo, ma è una cosa esasperante a volte.
      Spero almeno che non mettano mai un anti adblock perché in quel caso finirebbero nella lista nera.

    • Da mobile il nostro sito non è che presenti chissà cosa…

  • Zeronegativo

    *cough cough* siti tipo quello nell’immagine a seguire dite?

  • Zeronegativo

    *cough cough* siti come quello nell’immagine a seguire dite?

    • Gianluca

      Aggiornamento live da mobile

      • Questo non dipende da noi, ma da chi realizza la pubblicità. Quando ci sono cose di questo tipo le segnaliamo subito, ma ci vuole del tempo perché vengano sistemate

      • Filo

        ahahah non è neanche responsive…

        • È responsive il sito. Quella pubblicità compare se si imposta la modalità desktop.

      • 99% hai abilitata la modalità desktop, altrimenti quel banner lì non compare 🙂

    • Questo non è mobile 😛

      • Zeronegativo

        😛

  • Andrebbero penalizzati anche quei siti che non permettono una corretta fruizione dei contenuti multimediali tramite gallerie e player video di infima qualitá.

    • Sono perfettamente d’accordo.

  • Masturbazione mongola, questa antica arte sadomasonasa.

  • xRedi

    AdGuard premium e blocchi pure le pubblicità nelle app

  • Tiziano Prada

    Era ora !!!