IFTTT - logo - final

Presto non servirà più l’app per utilizzare IFTTT: il servizio si integrerà in quelle dei partner

Andrea Centorrino

Tutti i lettori un po’ “smanettoni” conosceranno sicuramente (o, più probabilmente, utilizzeranno già) IFTTT, “If-This-Then-That“, la piattaforma che permette di realizzare automatismi con alcuni fra i più famosi servizi internet; negli ultimi giorni la società ha annunciato l’integrazione dei propri servizi direttamente nelle app di alcuni partner.

Anziché utilizzare l’interfaccia web o l’app dedicata per Android o iOS, gli utenti potranno creare ed abilitare le ricette (“recipes“, ovvero il tipo di automatismo che si vuole ottenere) direttamente dalle app dei servizi partner installati.

LEGGI ANCHE: Microsoft Flow è l’IFTTT per il business

Al momento il servizio è attivo per Automatic, LIFX e Skybell, tutte app praticamente assenti sul suolo italiano, ma non passerà troppo tempo prima che altre, magari più diffuse ed utilizzate, lo integrino a loro volta. E voi, per cosa utilizzate IFTTT?

Fonte: The Next Web