Micron 3D Nand

Micron annuncia le prime memorie 3D Nand per smartphone

Giuseppe Tripodi

Come ben sapranno tutti gli appassionati di tecnologia con il pallino per l’hardware, l’UFS 2.0 (Universal Flash Storage 2.0) si è imposto velocemente come nuovo standard per le memorie dei top di gamma, ma il mercato si evolve molto velocemente ed oggi siamo qui per parlarvi di nuove memorie per smartphone basate su standard UFS 2.1.

Le ha presentate oggi Micron e, a dirla tutta, spiccano soprattutto per essere le prime memorie da 32 GB ottimizzate per mobile ad utilizzare la tecnologia 3D NAND. La particolarità di questo tipo di componenti è la possibilità per i produttori di impilare più banchi di memoria uno sopra l’altro (il che spiega il perché del nome), al fine di ridurre lo spazio occupato.

È evidente che negli ultimi tempi il mercato sta spingendo per fornire memorie sempre più grandi all’interno dei dispositivi mobili e l’utilizzo della tecnologia 3D NAND aiuterà in tal senso; secondo le previsioni di Micron, presto avremo sugli smartphone tanto spazio quanto ne abbiamo adesso sui PC, arrivando forse a 1 TB entro il 2020.

Via: Liliputing
  • Psyco98

    Se devo essere sincero a me 128GB basterebbero, magari 256GB se ci fosse la possibilità di fare un backup completo (del tipo copia-incolla) di ogni singolo byte da telefono a telefono.
    Ovviamente non mi metto a dire “Eh, ma è inutile: concentriamoci su altro!!11!”, perché ad esempio sono realistico e vedo che memorie più piccole significano più spazio per batteria o dissipatori.

    • Fighi Blue

      ma 128 GB sono un enormità, io con 32 sto larghissimo

      • Lo puoi usare come HDD, ci butti dentro il backup del tuo PC

      • Psyco98

        io con 32 mi trovo stretto: con 128 potrei:
        -tenere tutte le app + dati vari anche inutilizzate (in caso mi prenda la voglia una volta random), e sì, parlo dei giochi Rayark da 18TB (seriamente, facciamo 20GB alla larga di stima)
        -avere tutta la mia musica, in caso per un momento serva un pezzo in particolare di qualcuno. E sono 40-50 GB
        -non dover stare a cancellare le foto, o comunque fare solo una selezione togliendo quelle che è inutile stiano sul telefono (qui si va crescendo, facciamo che in 5 anni possono essere 20-30GB considerando le vacanze)
        -metti che debba farmi un viaggio parecchio lungo in treno/aereo. Mi porto il kindle, ma leggere 8h di fila non è fattibile con tutti i libri. facciamo 4 film in fullHD con cardboard sperando in uno schermo QHD? siamo già ad altri 20GB circa.

        E così da qui al 2020, supponendo un backup totale dei dati (ovviamente cambiando film, ma il peso rimane quello), avrei accumulato 80-130GB di dati (stando molto bassi o molto alti).

        • Fighi Blue

          certo che è un uso a me del tutto estraneo della memoria. Tranne per le app, io ho tutto tutto online

    • Pocce90

      Con l’aumento delle risoluzioni avremo video e foto sempre più esigenti di memoria, si parla già di monitor 8k (non per cellulari ovvio), quindi avremo foto e video che gireranno ad 8k, 32 gb in quel caso saranno probabilmente pochetti.

      • Psyco98

        Sulle foto forse sì ma sai con la connessione che abbiamo scaricare un film 4K da una decina di seed? 😛

  • Dylan Garcia Villarreal

    Il mio tablet ne ha 32 e ne occupo poco meno della metà.

    • Ermy_sti

      eh come tutto dipende dalle esigenze a me ad esempio 64 non bastano