Pokémon GO guadagni

Pokémon GO guadagna i suoi primi 14 milioni di dollari, ma Apple gongola più di Nintendo

Lorenzo Delli

Le azioni di Nintendo stanno crescendo vertiginosamente e nel frattempo Pokémon GO ha quasi più utenti attivi al giorno di Twitter. Era quindi logico aspettarsi entro breve una prima serie di dati finanziari a riguardo dell’andamento delle vendite degli acquisti in-app presenti all’interno del gioco, ma non ci aspettavamo certo guadagni del genere dopo pochissimi giorni dal lancio al momento limitato a tre nazioni, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda.

Da quanto riportato da SuperData, una compagnia che si occupa anche di tracciare i guadagni provenienti da supporti digitali, i giocatori di Pokémon GO avrebbero già speso più di 14,04 milioni di dollari in acquisti in-app. Una cifra davvero enorme: pensate che Pokémon Shuffle Mobile, uscito nell’agosto del 2015, è riuscito a totalizzare 14,03 milioni di dollari (quindi meno) durante tutto l’arco della sua esistenza.

LEGGI ANCHE: La nostra recensione di Pokémon GO

A guadagnarci forse più di Nintendo potrebbero però essere Apple e Google; o meglio, solo Apple, e vi spieghiamo in breve il perché. Sia Google che Apple trattengono il 30% dei guadagni provenienti dagli acquisti in-app dei giochi pubblicati su App Store e Play Store.

Apple si sta quindi godendo più di 4 milioni di dollari praticamente senza aver mosso un dito. E perché Google no? Semplice, perché qualche mese fa insieme a Nintendo aveva investito 30 milioni di dollari nel progetto. Lo stesso discorso si può quindi applicare a Nintendo, che al momento deve prima far fronte alle spese ma che è comunque in buona parte ripagata dalla crescita delle azioni. Inutile dirvi che con il lancio in Europa e in Giappone previsto per questa settimana, i guadagni potrebbero più che raddoppiarsi.

Via: AppleInsider