Samsung-logo-final-1280x694

Continuano i brevetti Samsung: chi vuole uno smartphone con doppio display?

Giuseppe Tripodi

È evidente che il futuro di Samsung sarà fatto di sperimentazioni con i display e smartphone che si richiudono su sé stessi: l’azienda coreana sta registrando un gran numero di brevetti in tal senso e il nuovo brevetto appena scovato da PatentlyMobile prosegue su questa strada.

In questo caso non si tratta di un dispositivo con display flessibile, ma di due schermi separati connessi tra loro da una cosiddetta Connection Unit integrata nella cover (vedi immagine in basso). Lo smartphone immaginato da questo documento ricorda un po’ il Nintendo 3DS (e tutti gli altri dispositivi simili): uno è il display “principale”, più sottile e adibito a mostrare i contenuti agli utenti, l’altro è una Functional Unit, ossia un pannello pensato per le interazioni (disegni con la stilo, input vari, gesture e così via).

LEGGI ANCHE: Smartwatch, smartphone e tablet 3-in-1, in questo brevetto Samsung

Inoltre, questa unità dovrebbe essere anche quella che include la maggior parte dei sensori (tra cui vengono citati anche un proiettore, sensore di raggi UV, vari sensori biometrici con cui misurare battito cardiaco, pressione sanguigna e altro).

Samsung Dual display

Concludiamo ripetendo ancora una volta l’ennesimo avviso: nonostante il brevetto (registrato a novembre 2015), non vuol dire che Samsung realizzerà davvero qualcosa di simile a breve.

Tuttavia, tra tutti questi brevetti e il chiacchierato Project Valley, chi spera in importanti innovazioni in ambito smartphone saprà di che fantasticare.

Via: SamMobileFonte: PatentlyMobile