Google sintomi medicina

Adesso Google ha le schede perfette per gli ipocondriaci

Giuseppe Tripodi Il Knowledge Graph ora integra schede che spiegano sintomi e malattie, ma solo negli USA.

Chi ha più bisogno dei medici, quando c’è Google!? La risposta corretta è: tutti. Infatti, nonostante oggi sia oggettivamente più facile riuscire a farsi un’idea della causa del proprio malessere grazie alle ricerche su internet, queste non possono e non devono in alcun modo sostituire una visita eseguita da uno specialista.

Tuttavia, la tentazione di cercare i propri sintomi su Google è più che comune: pensate che ben l’1% delle ricerche (milioni e milioni di query!) è costituita da sintomi.

LEGGI ANCHE: Per fare Yoga, basta cercare le posizioni su Google!

Per andare incontro a tutti gli utenti che si fanno prendere dal panico e si perdono tra termini medici, Google ha lanciato delle nuove schede mediche per il Knowledge Graph, che forniscono una breve spiegazione di sintomi e malattie. I dati sono stati stati raccolti basandosi sulle ricerche web degli utenti, ma ogni singola definizione è stata revisionata da un team di dottori. Attualmente le nuove schede sono disponibili solo negli USA e, in ogni caso, non devono sostituire la diagnosi di un medico.

Fonte: Google
  • Andrea Micheletti

    1% sintomi
    9% gattini
    90% pornazzi

  • Liuk

    Sono finito.