Vivendi Gameloft

È ufficiale: Vivendi ha acquisito Gameloft

Lorenzo Delli

In un modo o nell’altro avrete sentito parlare di Vivendi. La società francese detiene al momento circa il 25% delle azioni di Telecom Italia (o meglio, TIM), il 100% di Mediaset Premium, una piccola fetta di Mediaset, e quasi il 18% delle azioni di Ubisoft. Proprio Ubisoft è strettamente legata a Gameloft: le due società furono infatti fondate dalla famiglia Guillemot, da due fratelli per la precisione, che controllavano attivamente le due società.

Vivendi possedeva già il 30% della software house di Michel Guillemot, ma con una mossa che non è del tutto andata giù ai fratelli Guillemot è riuscita in queste ultime ore a raggiungere la maggioranza azionaria della società specializzata in titoli per dispositivi mobili, grazie anche all’appoggio del secondo azionista di Gameloft, la compagnia Amber Capital, in possesso di circa il 14% delle azioni.

La software house francese porta in dote a Vivendi un pubblico composto da qualcosa come 21 milioni di giocatori attivi in tutto il mondo, con una media di 39 minuti di gioco al giorno. Considerato poi che Gameloft sta per lanciare una serie di nuovi titoli piuttosto ambiziosi, quali The Dying WorldAsphalt 9: ShockwaveModern Combat VersusGangstar New Orleans e tanto altro, l’acquisizione potrebbe portare a Vivendi un numero di guadagni addirittura superiori a quelli, già elevati, attualmente fatturati dalla software house.

Via: Eurogamer.it
  • The βist

    da quando modern combact 5 da pagamento (serio) è diventato gratis la gameloft ha perso la mia stima

    • Sai perché è successo? Se ti sei perso la vicenda, beh, MC5 è uscito come gioco a pagamento senza in-app, Gameloft ha persino dato l’opportunità di provarlo prima che uscisse ad alcuni fan, e cosa è successo? Glielo hanno piratato ancora prima dell’uscita. E dopo il lancio ovviamente erano più le copie pirata scaricate che quelle effettivamente acquistate. È una software house con dipendenti che vanno pagati, non una onlus 🙂