Prova Skylanders Battlecast 2

La nostra prova di Skylanders Battlecast, il “card-to-life” di Activision (foto)

Lorenzo Delli

Prova Skylanders Battlecast – Qualche giorno fa abbiamo dedicato un ampio approfondimento a Skylanders Battlecast, il nuovo videogioco per dispositivi mobili di Activision ambientato nell’universo di Skylanders. Non è certo la prima volta che la saga di Skylanders arriva su dispositivi mobili: le due scorse edizioni del toys-to-life di Activision sono infatti state realizzate anche per iOS e Android (sul robottino verde però l’ultimo capitolo non è arrivato).

Stavolta però la software house abbandona i “toys” e si dà alle carte collezionabili. Era ovvio quindi, visto l’approccio utilizzato nella saga Skylanders, che anche stavolta il giocatore potesse “dare vita” a qualcosa di fisico nel mondo digitale dei videogiochi. Ecco perché lo abbiamo definito “card-to-life”.

LEGGI ANCHE: Skylanders Superchargers è il più bel Skylanders di sempre?

Sugli store virtuali dedicati ad Android e iOS vi sono decine e decine di giochi di carte collezionabili, compreso il celebre Hearthstone: Heroes of Warcraft di Blizzard. Activision ha però voluto distinguersi realizzando una versione cartacea delle proprie carte, acquistabile nei negozi fisici e negli e-shop, che permettesse ai giocatori di possedere fisicamente la copia delle carte stesse offrendo al tempo stesso la possibilità di digitalizzarle senza troppi sforzi.

Prova Skylanders Battlecast

Un’idea a nostro avviso geniale, e la spiegazione non necessita nemmeno troppi sforzi. I tanti giochi di carte collezionabili destinati proprio ai dispositivi mobili presentano al loro interno acquisti in-app di vari tagli che vi permettono di acquistare buste con carte aggiuntive per i vostri mazzi. In sostanza così facendo acquistate un mucchietto di byte relegati al gioco, e null’altro.

Skylanders Battlecast invece vi permette di acquistare la versione fisica delle carte, in modo da permettervi sia di collezionarle e quindi di avere una prova tangibile del vostro acquisto, sia di scansionarle all’interno del gioco ed utilizzarle per sfidare amici, perfetti sconosciuti, o l’intelligenza artificiale del gioco in una campagna che comprende un gran numero di missioni.

Direte voi, senza meccaniche di gioco vincenti però si va da poche parti. In realtà anche le dinamiche di gioco proposte da Activision sono piuttosto divertenti. Per cominciare vi sono varie tipologie di carte: gli Skylanders, i classici personaggi che ci siamo oramai abituati a conoscere nelle precedenti saghe, le carte accessorio, oggetti da affidare agli Skylander per potenziarli nei combattimenti, le carte magia, da sfoderare sul campo di battaglia, e le carte cimelio, in grado di modificare permanentemente (o quasi) il campo di gioco aggiungendo effetti bonus per la nostra squadra o malus per quella avversaria.

Ogni carta, oltre che a un grado di rarità tipico dei giochi di carte collezionabili, presenta un logo che ci permette di capire se è utilizzabile da un determinato Skylander o se invece è utilizzabile da tutti gli Skylander facenti parte di un certo elemento. In ogni mazzo il giocatore può ospitare 3 Skylander, e abbinare fino a 30 carte aggiuntive delle tipologie finora elencate, sempre che siano appunto utilizzabili dai personaggi selezionati. Con 350 carte da sbloccare e 24 Skylander da scovare, capirete che le combinazioni sono veramente tante. Sì, al momento non abbiamo specificato molto delle dinamiche di gioco, ma parte integrante dei giochi di carte risiede proprio nella costruzione del (o dei) mazzo.

Skylanders Battlecast screenshot - 3
Snap Shot prende vita grazie alla realtà aumentata!

Ogni partita ci vedrà contrapposti contro un altro giocatore o contro la CPU: 3 Skylander contro 3 Skylander, fedelmente riprodotti in tre dimensioni sui display dei nostri smartphone e tablet. Questa è un’altra delle caratteristiche che contraddistinguono Skylanders Battlecast da alcuni giochi della concorrenza. Qualsiasi carta che giocherete, non solo i personaggi quindi, si animerà sul campo con effetti di luce, esplosioni e quant’altro, rendendo l’esperienza di gioco ancora più interattiva.

Le meccaniche di gioco sono semplici, ma richiedono una buona dose di strategia e ovviamente la costruzione di un mazzo di gioco ben bilanciato. Come in ogni TCG che si rispetti c’è un sistema di mana che incrementa la vostra riserva ad ogni turno (può anche non aumentare, se avete sfortuna), la possibilità di giocare una carta e di utilizzare l’attacco di base del vostro Skylander in prima linea. Dovrete infatti decidere quale dei tre personaggi a vostra disposizione deve occupare la posizione frontale, innescando quindi strategie di difesa e di attacco che prevedono la loro rotazione ad esempio in caso di ferite gravi o di magie invalidanti. Entrare comunque nelle dinamiche previste è facilissimo e scoprirete molto presto quanto divertente potrà rivelarsi il titolo. Se volete approfondire, Activision ha realizzato cinque rapidi video tutorial che vi parlano di Battlecast e di alcune delle sue caratteristiche.

Skylanders Battlecast screenshot - 8
Utilizziamo una carta magia che ci permette di portare in primo piano una delle riserve dell’avversario, rubandogli anche un po’ di punti ferita!

Altro punto di forza di Skylanders Battlecast risiede nel fatto che non è assolutamente necessario acquistare la copia fisica delle carte per scoprire le potenzialità del titolo. Activision nel suo gioco fornisce infatti alcune carte di base, e ogni giorno vi offre l’opportunità di sbloccarne gratuitamente tre. Come se non bastasse, giocando la campagna potrete guadagnare oro da spendere per acquistare bustine di carte digitali (acquistabili anche tramite gli in-app). In definitiva potete quindi optare per collezionare carte fisiche o limitarvi alla loro versione digitale così come offerto anche da altri titoli appartenenti al medesimo genere.

Insomma, di elementi per stuzzicare la vostra curiosità ve ne abbiamo forniti a sufficienza. Sta a voi decidere se provarlo con mano sui vostri dispositivi Android o iOS (download gratuito) e se optare per l’eventuale acquisto di booster pack o di mazzi di partenza in versione fisica. Vi lasciamo con alcuni screenshot relativi alla nostra prova e con alcune foto che ritraggono la fase di digitalizzazione della versione fisica delle carte. Se avete qualche domanda vi aspettiamo nella sezione dedicata ai commenti!

App Store badge

Play Store badge

Prova Skylanders Battlecast – Screenshot

Prova Skylanders Battlecast – Foto