5.0

TMNT Leggende (1)

In Tartarughe Ninja: Leggende, di leggendario c’è ben poco (recensione)

Giorgio Palmieri - Va bene essere lenti, ma così non va proprio bene.

Tartarughe Ninja: Leggende RecensioneTartarughe Ninja Fuori dall’Ombra, la nuova pellicola cinematografica dedicata al quartetto verde, è praticamente dietro l’angolo. I giorni che ci separarono dall’uscita non sono tantissimi, dato che il film verrà distribuito nelle sale italiane a partire dal 7 luglio, ma Activision ha voluto giocare leggermente in anticipo pubblicando non uno, bensì due videogiochi.

Per l’occasione offriamo una copertura completa su entrambi i titoli: quello per le console lo trovate bello che recensito su SwartWorld, mentre l’analisi del gioco destinato ai dispositivi Apple (e presto in arrivo anche su Android) l’avete sotto i vostri curiosi occhi. Andiamo quindi a scoprire insieme Tartarughe Ninja: Leggende (anche se, in realtà, non c’è molto da scoprire).

LEGGI LA RECENSIONE: TMNT: Mutanti a Manhattan è il peggior gioco delle Tartarughe Ninja?

Tartarughe sotto aceto

Il titolo in questione è sviluppato da Ludia, società francese tutt’altro che nuova nel panorama dei giochi su licenza. Kung Fu Panda: Battle of Destiny, copia carbone di Hearthstone, e il derivativo e avaro Jurassic World: The Game sono due tra i più grandi lavori della società, e ciò dovrebbe darvi una idea su come l’azienda operi sul campo videoludico.

TMNT Leggende (8)

Tartarughe Ninja: Leggende va quindi a colmare l’assenza di un gioco di combattimenti a turni nel catalogo di Ludia, genere che ormai sta spopolando sulle piattaforme mobili. Al momento nel panorama abbiamo infatti Marvel: Avengers Alliance 2 e Star Wars: Galaxy of Heroes, titoli che, nel bene e nel male, hanno i loro meriti, specie il primo. Basterà quindi la presenza di Leonardo, Raffaello, Michelangelo e Donatello a fare di questo lavoro un’esperienza degna della vostra attenzione?

Non fate i finti tonti: il voto finale lo conoscete già, quindi vi risparmieremo eventuali misteri sulla mediocre qualità di Tartarughe Ninja: Leggende.

Alla riscossa

Le semplici giustificazioni che muovono il tutto sono particolarmente toccanti: un diabolico apparecchio tecnologico che estrae DNA dai mutanti ha catturato tutte le testuggini tranne una, il mitico Leonardo, rimasto solo in balia della criminalità organizzata. Vedere lo spadaccino così triste e arrabbiato ci ha lasciati di sasso, pertanto la voglia di recuperare i nostri compagni si è fatta potente sin dai primi istanti.

TMNT Leggende (5)

In pratica il gioco è strutturato a battaglie a turni, divise ad ondate, nelle quali il giocatore può scegliere quale bersaglio attaccare, selezionando una tra le poche mosse disponibili legate ad un tempo di ricarica scandito anch’esso a turni.

Il fulcro del divertimento dovrebbe essere quello di collezionare i personaggi, ma qui è tutto troppo lento

La formula, seppur estremamente derivativa, potrebbe essere pure divertente ed in un certo senso appagante se non fosse che l’intera impalcatura sia impelagata da problematiche legate al modello freemium e alla spudorata voglia di monetizzare. Nello specifico, il fulcro dell’intrattenimento di questi prodotti è quasi sempre quello di collezionare i personaggi, che anche qui in Tartarughe Ninja: Leggende sono tanti e ricreati in maniera fedele alla serie televisiva di Nickelodeon: peccato che la raccolta è rallentata da ogni, possibile escamotage tipico di questi prodotti free-to-play.

Solitamente la collezione degli eroi è caratterizzata dall’acquisto con valuta in-game (o reale) di cristalli contenenti interi personaggi utilizzabili sia come membri per il proprio team che per potenziare ciascun componente della squadra.

TMNT Leggende (9)

Tartarughe Ninja: Leggende, invece, vi propone tanti pacchi di carte acquisibili solo ed esclusivamente tramite acquisti in-app, tranne uno ottenibile ogni tre ore che dona qualche oggetto e del mutageno per far evolvere gli eroi, pizza aggiuntiva e una piccola parte del DNA di un eroe casuale, e non l’intero personaggio. Buona fortuna quindi nel caso vogliate proprio quella determinata tartaruga, perché non sarà affatto semplice (in realtà nemmeno difficile, visto che tutto si basa sul cosiddetto fattore C e su una miriade di ore spese nelle quali giocherete solo per inerzia). Il gioco comunque si preoccuperà costantemente di ricordarvi dei pacchetti a pagamento, elemento abbastanza sgradevole.

A qualcuno piace calda

A proposito di pizza: l’energia viene proprio rappresentata da questa gustosa prelibatezza e, come volevasi dimostrare, contribuisce a rendere l’esperienza ancora più stagnante a causa della velocità con cui si scarica. La lentezza della progressione, invece, si radica in molti aspetti del gameplay, dall’esecuzione delle mosse alle transizioni tra le ondate, scene fiacche che vanno ad alimentare la voglia di automatizzare l’esperienza tramite l’apposito pulsante, trasformandola di fatto in un prodotto non eccessivamente diverso da un comune idle game.

TMNT Leggende (7)

il lavoro svolto per la realizzazione visiva è lodevole, a partire dai modelli fino alle animazioni

Per lo sviluppo dei personaggi non c’è molto da sottolineare: stiamo pur sempre parlando di un videogioco pensato per un pubblico giovane, quindi il sistema è decisamente lineare e non permette di personalizzare praticamente niente se non l’assetto della squadra (composta da cinque membri in tutto). Almeno il lavoro svolto per la realizzazione visiva è lodevole, a partire dai modelli fino alle animazioni incredibilmente curate, varie e coloratissime, che quasi sembrano essere uscite dal cartone animato, eppure si tratta solo di punti positivi minori rispetto a ciò che ha da offrire l’intero pacchetto.

5.0

Giudizio Finale

Tartarughe Ninja: Leggende è un titolo derivativo le cui meccaniche, seppur rodate, falliscono nell’intento di assuefare il giocatore a causa delle molteplici limitazioni dettate dal modello freemium, caratterizzate poi da una evidente apatia. Di giochi di combattimenti a turni ce ne sono a bizzeffe sul mercato, non faticherete a trovare di meglio.

PRO CONTRO
  • Animazioni e personaggi ben fatti
  • La formula di gioco è rodata…
  • … ma alquanto derivativa
  • Incredibilmente lento. In tutto
  • Natura freemium invasiva

App-Store-badge

In arrivo a breve su Android