arm_cortex a73 mali G71

ARM presenta Cortex-A73 e Mali-G71, CPU e GPU per i prossimi top di gamma

Giuseppe Tripodi Le nuove architetture lanciate da ARM saranno adottate dagli smartphone del 2017 e strizzano l'occhio alla realtà virtuale.

Durante il Computex Taipei 2016, ARM ha annunciato le nuove CPU e GPU che vedremo implementate dai dispositivi di fascia alta del prossimo anno, Cortex-A73 e Mali-G71.

Partiamo dalla CPU, che è ovviamente il diretto successore del Cortex-A72 e appartiene sempre alla famiglia Sophia. Il nuovo Cortex-A73 è una CPU a 64-bit, che riduce le dimensioni rispetto al modello precedente ma riesce comunque a migliorarne velocità ed efficienza energetica. Questa nuova architettura, infatti, supporta frequenze fino a 2,8 GHz e vanta performance fino al 30% migliori rispetto al passato; anche per quel che riguarda l’utilizzo d’energia, il nuovo Cortex-A73 presenta consumi ridotti del 30% in confronto ai modelli precedenti. Nel complesso, le performance massime di questa nuova CPU sono 1,3 volte superiori rispetto al passato, nonostante gli spazi ridotti di solo 0,65 mm² per core.

Cortex-A73

Introducendo la nuova GPU, ARM ha annunciato che la linea Mali è la più utilizzata al mondo, con oltre 750 milioni di unità spedite nel 2015.

LEGGI ANCHE: Anche Samsung punta ai 4K per la realtà virtuale

La nuova Mali-G71 è la prima ad utilizzare la nuova architettura di ARM, chiamata Bifrost, che offre performance grafiche del 50% superiori rispetto al modello precedente, il 20% in più in termini di efficienza energetica e il 40% in più di performance per mm quadrato. Grazie ad un massimo di 32 shader core, la Mali-G71 può essere equiparata ad alcune GPU desktop (come la Nvidia GTC 940M) ed è particolarmente ottimizzata per la realtà virtuale. Questa nuova GPU, infatti, supporta la risoluzione 4K, frequenza di aggiornamento del display a 120 Hz e solo 4 ms di latenza per la pipeline grafica.

Mali-G71

Le nuove ARM Cortex-A73 e Mali-G71 saranno in produzione a partire dalla fine dell’anno e verranno implementate sui top di gamma del 2017; inoltre, nei prossimi mesi scopriremo se altri produttori (tra cui soprattutto Qualcomm e Samsung, che le hanno adottate in passato) produrranno CPU e GPU basate sulle architetture presentate oggi da ARM.

Via: AnandTechFonte: AndroidAuthority
  • Tungstein

    Sicuro le CPU basate su cortex-A73 le produrranno entrambi

    • peppeuz

      Beh in realtà lo Snapdragon 820 di Qualcomm non è più basato su architettura ARM ma sui suoi nuovi core Kyro!

      • Tungstein

        Giustissimo: si tratta di un’architettura custom, un po’ come Mongoose di Samsung, ma l’architettura di riferimento è il Cortex-A72, infatti stiamo sempre parlando di microprocessori risc. Però si, non si tratta dell’architettura Cortex-A72 “plain vanilla” 😉