radiazioni-smartphone

Nuove prove stabiliscono un legame tra tumori e smartphone nei topi

Massimo Maiorano -

Torniamo a parlare del rapporto tra tumori e smartphone, questa volta trattando un nuovo studio realizzato negli Stati Uniti dal Governo stesso, il quale ha aggiunto un nuovo ed importante tassello alla ricerca di un possibile collegamento tra radiazioni tipiche degli smartphone e forme tumorali.

Lo studio, condotto per 2 anni e revisionato minuziosamente da più specialisti, ha collezionato utili dati relativi alla presenza di due tipi di cancro, glioma e schwannoma, su 2.500 cavie esposte per un totale di 9 ore al giorno (10 minuti di esposizione seguiti da 10 minuti di pausa) a segnali GSMCDMA compresi tra 900 MHz e 1.900 MHz. I risultati dei vari test condotti hanno provato che tali tumori, comunque presenti in minima parte, sono causati dall’esposizione ai segnali cui quotidianamente anche l’uomo è esposto; parallelamente, è stato notato che le cavie femmina risultano colpite in minima parte, seppur queste raggiungono in fase di gravidanza un leggermente più basso peso rispetto alla norma.

LEGGI ANCHENessuna connessione tra cellulari e tumori al cervello

Per maggiori dettagli sullo studio rimandiamo alla fonte, che espone scientificamente il metodo applicato ed i risultati ottenuti dal team di ricerca.

Via: PhoneArenaFonte: National Toxicology Program
  • Ugo

    uno schwannoma al cuore??
    che roba strana…

    comunque direi che ormai il problema s’è risolto da sè: chi è ormai che passa 9 ore al giorno col telefono in trasmissione appiccicato all’orecchio?

    • realist

      Poi su un topo….
      Ma anche senza telefono, con tutti i ripetitori , abusivi e non, figurati….
      Il tuo vicino con un cb , potrebbe farti più danni senza che tu lo sappia. Lol

      • Pol Pastrello

        Peccato che il CB utilizzi delle frequenze lontanissime dai 900 e 1900MHz!

  • Alessandra

    Uso il cellulare 4g dual sim dual standby all’orecchio, quando non il bluetooth, tutti i giorni dal 1993,anno in cui ebbi il mio primo cellulare gsm,nessun tipo di malanno,niente di niente,saranno una marea di cazzate tipo le scie chimiche, quelle che ogni tanto rispuntano dalla”scienza”a periodi alternati?

    • realist

      Hai mai fatto una TAC?

    • È giusto andarci con i piedi di piombo, ma è possibile una correlazione fra i campi generati da uno smartphone e certi tipi di malattie.
      Che le scie chimiche siano una cazzata non credo ci sia neanche bisogno di dimostrarlo.

    • BabboDemonio

      Ricordati che il caso singolo non fa statistica. Stai facendo lo stesso discorso dei vecchi che dicono di fumare da quando hanno 20 anni e sono arrivati tranquillamente a 80 senza essersi beccati niente

    • Pol Pastrello

      Ottimo; con quello che hai scritto abbiamo la prova che nuoce gravemente alle capacità cognitive … 😉

  • malapropysm

    Non ho capito, ci sono prove che i tumori provochino smartphone nei topi? Sarebbe una scoperta sensazionale

    • Alessandro Pusceddu

      Ti giuro che leggendo il titolo ho pensato la stessa cosa.

    • Tom

      Mi hai strappato una grassa risata. Leggendo il titolo anch’io sono rimasto confuso.

  • Tiwi

    beh..mi sembrano informazioni poco chiare..nel senso che, quando si parla di esposizione, bisogna comunque specifica distanza, posizione e intensità; oggi come oggi, se anche si stà 9 ore avanti un telefono, ma non è il mio caso, si tiene principalmente sulle mani, a distanza dalla testa (punto più delicato e importante), mentre il tempo che si tiene il telefono all’orecchio, cosa che secondo me è più pericolosa, è molto minore (per me, in media 10-15 minuti all’ora, quindi in una giornata lavorativa, dalle 8 alle 20, circa 2 ore di esposizione)..
    poi certo, andrebbero considerati bracciali fitness, auricolari e tutto il resto che cmq generale campi magnetici elettrici..

    ma sono sicuro che, quando lo stato, a causa di morti premature, vedrà calare i contributi delle tasse nelle sue casse..studierà e proporrà modi e metodi per limitare questi effetti ;D

  • Paolo Campi

    i soliti gufi! 🙂
    Parliamo del femminile del topo!

  • Yuto Arrapato

    Ok.

    Come limitare il problema?

  • the

    Mah, li bombardano per 9 ore al giorno, e sebbene bombardamento e tumori siano correlati alla fine comunque solo una minima parte si becca il tumore. Direi che ben pochi stanno al cellulare per 9 ore al giorno, e se succede si saranno almeno presi degli auricolari se non vogliono farsi venire un braccio da culturista! Per di più sono animali piccoli, quindi anche il punto più distante del loro cranio è più vicino e quindi mediamente più bombardato rispetto al nostro.
    Negli ultimi anni le potenze dei telefoni si sono abbassate, sarebbe anche il caso secondo me di spostare le antenne dei telefoni dalla parte bassa alla parte alta. Se non per avere più ricezione quando lo si usa per lo meno per avere un’emissione minore ai testicoli, dove sta vicino per ore al giorno rispetto alla testa, dove ci sta vicino solo minuti al giorno.

  • Fulvio Testa

    Consiglio cellulari di marca e non toccare nulla … va bene la sim card, la scheda memoria aggiuntiva, la batteria. Altro non si tocca è avremo un cell con pochissime spurie.

    • Pol Pastrello

      Perché esistono cellulari “elaborati”?
      Le spurie suppongo che siano di altro tipo … 😉