iphone final ennesima

Un patent troll ha denunciato Apple perché l’iPhone può telefonare e inviare email

Giuseppe Tripodi

Negli Stati Uniti il problema dei patent troll è sempre presente, causando fastidiosi grattacapi per le aziende e grasse risate per noi. Per chi non lo sapesse, si definisce patent troll una società che brevetta tecnologie spesso vaghe e fin troppo comuni per spillare soldi alle compagnie più importanti.

E se il mese scorso Apple è stata bersaglio di una donna convinta di aver inventato lo smartwatch (ma anche le scarpe da ginnastica!), questa volta deve vedersela con Corydoras Technologies LLC, azienda texana che ha denunciato la mela per aver infranto diversi brevetti.

LEGGI ANCHE: Questa potrebbe essere la prima foto reale di iPhone 7

Tra le tecnologie su cui Corydoras Technologies LLC crede di avere l’esclusiva ci sono le telefonate e la possibilità di inviare email, ma anche la fotocamera frontale, la possibilità di bloccare telefonate e di mostrare la posizione geografica. Inoltre, dato che i brevetti farebbero riferimento a generiche voice communications, la compagnia ha inserito anche gli iPad (capaci di farci comunicare tramite FaceTime) tra i dispositivi che violano i suddetti brevetti. Vale la pena specificare che Corydoras Technologies LLC ha querelato anche Samsung per gli stessi motivi.

È insomma evidente che si tratta solo di patent trolling, del quale ci auguriamo che Apple si libererà al più presto.

Via: 9to5Mac
  • nereus

    ma io non capisco, in italia il codice delle proprietà industriali prevede il decadimento del brevetto per invenzioni non in produzione. Possibile che in America non esista roba del genere?

    • Il Moralizzatore

      In America il sistema dei brevetti è molto più complesso (ed anche irrazionale oserei dire) rispetto al vecchio continente. Inoltre c’è sempre il problema del brevettare un’idea o un concetto rispetto alla realizzazione (pratica, mediante uso di tecniche) dello stesso.