eurotariffa cos'è roaming europa

ADUC denuncia TIM e Wind per il roaming all’estero

Giuseppe Tripodi

Come forse ricorderete, il 30 aprile è entrata in vigore la nuova Eurotariffa che, in teoria, avrebbe dovuto ridurre i costi per il roaming all’estero. Tuttavia, TIM e Wind hanno attivato automaticamente a tutti gli utenti una tariffa flat, con costi complessivamente più alti dell’Eurotariffa base.

Per riguarda i clienti TIM, tutti gli utenti si sono visti attivare l’Europa Daily Basic, opzione che prevede un costo di 3€ al giorno per 100 minuti e 100 SMS e altri 3€ al giorno per 500 MB di dati. Questa tariffa aveva fatto molto discutere in rete, in quanto sembra che non ci sia modo di disattivarla: diversi utenti hanno riferito nei forum che l’unico modo per ottenere l’Eurotariffa è chiamare un operatore lamentandosi del servizio non richiesto. Inoltre, TIM ha modificato l’opzione TIM In viaggio Full senza dare comunicazione agli utenti: le nuove condizioni prevedono 4€ al giorno per 100 minuti di chiamata in entrata, 100 minuti di chiamata in uscita, 100 SMS e 500 MB.

LEGGI ANCHE: TIM ci riprova: 0,49€ in più sul piano base con TIM Prime go

Per quanto riguarda Wind, l’operatore arancione ha attivato a tutti un’opzione flat per i dati definendola “Offerta per la nuova regolamentazione valida in Unione Europea”: l’offerta prevede un costo di 2€ al giorno per 15 minuti di chiamata in entrata, 15 minuti di chiamata in uscita, 15 SMS e 50 MB. Tuttavia, a differenza di TIM, Wind consente di disattivare l’offerta per passare al piano base.

A causa di queste attivazioni senza esplicita richiesta degli utenti, i due operatori sono stati denunciati dall’ADUC (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) all’AGCM, all’AGCOM e alla Commissione Europea: staremo a vedere se questi organi prenderanno provvedimenti contro i due gestori nei prossimi giorni.

Via: WebNews
  • Oh! Mega multa (irrisoria) da parte dell’AGCOM in arrivo, TIM e Wind già tremano…