Periscope ricerca

Periscope introdurrà presto il salvataggio automatico delle trasmissioni e la ricerca

Andrea Centorrino

Dopo la presentazione di Facebook Live, Periscope si è ritrovata a dover rincorrere l’avversario: se Meerkat è stato battuto facilmente, per contrastare l’ascesa del nuovo servizio di Zuckerberg, la piattaforma di live streaming dovrà rimboccarsi le maniche, ed il salvataggio automatico delle trasmissioni e la possibilità di cercare fra di esse sono il primo passo verso il consolidamento del servizio.

Fra circa tre settimane la divisione di Twitter rilascerà un aggiornamento per le proprie app, che introdurrà le funzioni sopracitate. Nel frattempo, sarà possibile salvare le trasmissioni aggiungendo l’hashtag #save. Inoltre, grazie ad una partnership con DJI, anche i droni della linea Phantom potranno eseguire live streaming.

Il salvataggio delle trasmissioni potrebbe essere una notevole risorsa per Periscope: non soltanto potrebbe attirare un maggiore bacino d’utenza, specie nel caso di registrazioni ben riuscite, ma potrebbe incrementare anche eventuali introiti pubblicitari.

LEGGI ANCHE: Google al lavoro sul suo anti Periscope / Facebook Live

In vista della crescita del numero dei video, Periscope si arricchirà anche di una rudimentale forma di classificazione dei contenuti: sarà possibile cercare, ad esempio, le prime trasmissioni degli utenti, o quelle effettuate da droni. La classificazione avverrà aggiungendo vari hashtag nel titolo (come music, art, food e travel), ma non è escluso che in futuro si passi ad un sistema un po’ più raffinato.

Via: The Verge