Apple investitori risultati fiscali - final

Quest’anno potrebbero essere venduti tanti iPhone quanti nel 2014, e non è una cosa buona

Andrea Centorrino

In una nota agli investitori, la società di analisi KGI Securities mette in guardia riguardo alle vendite di iPhone nel 2016: a causa della mancanza di vere novità in iPhone 7, potrebbero essere inferiori rispetto al 2014.

A rivelarlo è Ming-Chi Kuo, che snocciola alcuni numeri: quest’anno dovrebbero essere venduti 190 milioni di iPhone in tutto, quindi meno dei 193 milioni del 2014. L’analista però fornisce anche una versione un po’ più ottimista, nella quale le vendite di iPhone potrebbero sfiorare i 205 milioni, che comunque equivarrebbero ad un calo dell’11,6% rispetto allo scorso anno. Per confronto, le stime precedenti parlavano di vendite fra i 210 ed i 230 milioni di dispositivi.

Kuo continua la sua previsione sostenendo che Apple potrebbe essere l’unico fra i cinque maggiori produttori di smartphone a vedere un declino nelle vendite rispetto all’anno precedente. Oltre alla poca attrattiva di iPhone 7, le scarse vendite sarebbero da attribuire anche alla poca attrattiva di iPhone SE per i consumatori (davvero?– NdR).

LEGGI ANCHE: Samsung ha spedito il doppio degli smartphone rispetto ad Apple

Il 2017 invece dovrebbe essere un anno totalmente diverso per Apple: l’arrivo di un iPhone 7s (o 8, come sostengono alcune indiscrezioni) completamente ridisegnato e con soluzioni tecnologiche innovative (per la società di Cupertino) spingerebbe le vendite nuovamente verso l’alto. Kuo difficilmente sbaglia le proprie previsioni, ma per sapere se avrà ragione dovremo attendere gennaio del prossimo anno, quando Apple pubblicherà gli ultimi risultati fiscali per il 2016.

Fonte: 9to5Mac