Samsung Galaxy S6 vs Apple iPhone 6s

Samsung ha spedito il doppio degli smartphone rispetto ad Apple nel Q1 2016

Giuseppe Tripodi

Abbiamo ripetuto più e più volte che il mercato degli smartphone ha raggiunto la saturazione del mercato e non va più bene come un tempo, ma evidentemente questo non ha impedito a Samsung di vendere vagonate di Galaxy S7.

Secondo un’analisi condatta da TrendForce, infatti, sebbene il le vendite di dispositivi siano scese dell’1,3% rispetto allo scorso anno (292 milioni di unità in meno), nell’ultimo trimestre Samsung ha spedito 81 milioni di smartphone, il 5,7% in più rispetto al Q1 dell’anno passato.

Samsung ha quindi ottenuto il 27,8% del mercato, quasi il doppio rispetto ad Apple e al suo 14,4%. Il merito è probabilmente di Galaxy S7 e Galaxy S7 edge che hanno riscontrato un ottimo successo da parte del pubblico, ma anche l’economica serie J ha venduto bene in Cina. C’è da specificare che queste statistiche non includono le vendite di iPhone SE, ma non è facile prevedere quanto il piccolo smartphone da 4″ inciderà nelle classifiche.

LEGGI ANCHE: Le vendite di iPad Pro 9.7 vanno meglio di iPhone SE

Il primo trimestre del 2016 è andato molto bene per Samsung.
Il primo trimestre del 2016 è andato molto bene per Samsung.

D’altra parte, sembra che l’innovazione di LG non abbia premiato molto: la compagnia si è fermata al sesto posto, con il 5,10% del mercato.

In mezzo, rispettivamente al terzo, quarto e quinto posto, troviamo tutte compagnie cinesi: Huawei, il cui marchio è in forte ascesa anche in occidente grazie a campagne di marketing molto riuscite, Lenovo, forte dell’acquisizione di Motorola e ovviamente Xiaomi, punto di riferimento per il mercato cinese grazie anche ai prezzi molto aggressivi.

TrendForce ci fornisce anche un’altra classifica interessante, ossia quella relativa all’andamento delle sole società cinesi: oltre le tre aziende nominate precedentemente, stanno andando bene anche TCL, Oppo e Bbk/Vivo.

statistiche vendite smartphone mercato cinese

Via: GMSArenaFonte: TrendForce