Eurotariffa: cos’è e come cambia il roaming all’estero dal 30 aprile

Giuseppe Tripodi Dal 30 aprile cambiano le tariffe per il roaming all'estero: cosa propongono gli operatori nazionali? E cos'è l'Eurotariffa?

Lo scorso ottobre il Parlamento Europeo ha legiferato in merito ai costi di roaming all’interno dell’Unione Europea, che verranno aboliti a partire dal 15 giugno 2017. Tuttavia, qualcosa cambierà già da questo 30 aprile, con riduzioni sui prezzi a cui tutti gli operatori dovranno adeguarsi: ecco quindi come cambierà l’Eurotariffa a partire dal 1 maggio.

Cos’è l’Eurotariffa?

Per prima cosa, c’è da chiarire che l’Eurotariffa è un concetto introdotto dall’Unione Europea già dal 2006: si tratta di un piano di tariffazione internazionale che tutti gli operatori devono rispettare e che sancisce i costi massimi del roaming all’interno dei paesi europei.

Come ben saprete, infatti, quando viaggiamo all’estero le nostre SIM si appoggiano agli operatori del paese in cui ci troviamo, i quali applicano dei costi ai nostri gestori, che si riflettono quindi sulle nostre spese. L’Eurotariffa stabilisce proprio quali sono i sovrapprezzi massimi sulla tariffa base che gli operatori possono applicare sui clienti.

A partire dal 1 maggio 2016, questi costi si ridurranno notevolmente, e i prezzi massimi applicabili saranno i seguenti:

  • Chiamate in uscita (al minuto): tariffa nazionale + fino a 0,05€
  • Chiamate in entrata (al minuto): tariffa nazionale + fino a 0,01€
  • Messaggi in uscita (per SMS): tariffa nazionale + fino a 0,02€
  • Collegamento internet (per MB): tariffa nazionale + fino a 0,05€

Specifichiamo che la tariffa per internet si basa sui kilobyte utilizzati, ma il massimale si calcola per ogni MB.

I prezzi qui riportati, presenti sul sito ufficiale dell’Unione Europea, sono IVA esclusa: applicando l’IVA al 22% abbiamo i sovrapprezzi di 6,10 centesimi di euro per ogni minuto di chiamata in uscita e MB, 1,22 centesimi di euro per ogni minuto di chiamata in entrata e 2,44 centesimi di euro per ogni SMS in uscita.

Questi costi aggiuntivi sono applicati sul piano base di ogni operatore e, come specificato sul sito dell’Unione Europea, è compito dell’utente valutare che il proprio gestore non presenti un’offerta o un pacchetto di servizi che possa risultare più vantaggioso.

Adeguandosi quindi alla nuova normativa, i quattro maggiori operatori italiani hanno lanciato nuove offerte per l’estero, che potrebbero risultare più o meno convenienti a seconda dell’utilizzo che farete dello smartphone.

Alternative Eurotariffa: cosa offre Vodafone?

vodafone-final
Se siete clienti Vodafone e non siete interessati ad utilizzare l’Eurotariffa, potete attivare la Vodafone Smart Passport, che costa 3€ al giorno e attualmente offre:

  • 50 minuti di chiamate (25 in entrata e 25 in uscita)
  • 50 SMS
  • 500 MB (superati i quali si naviga alla velocità ridotta di 32 Kbps)

Tuttavia, come annunciato, questa opzione subirà una rimodulazione e a partire dal 12 giugno avremo 60 minuti di chiamate, 60 SMS ma solo 200 MB al giorno.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo all’apposita pagina di Wind.

Alternative Eurotariffa: cosa offre TIM?
Tim Prime è stata sospesa

I clienti TIM possono attivare la TIM in Viaggio Pass, che al costo di 10€ per 10 giorni offre:

  • 500 minuti di chiamate effettuate
  • 500 SMS
  • 1 GB di internet in 4G

Per maggiori informazioni vi rimandiamo all’apposita pagina di TIM.

Alternative Eurotariffa: cosa offre Wind?
Wind logo final

La nuova tariffa per chiamare e navigare dall’estero di Wind costa invece 2€ al giorno ed offre:

  • 15 minuti di chiamate effettuate
  • 15 minuti di chiamate ricevute
  • 15 SMS
  • 50 MB di Internet

Per maggiori informazioni vi rimandiamo all’apposita pagina di Wind.

Alternative Eurotariffa: cosa offre 3?
3 italia logo

3 Italia ha lanciato 3Eurotariff, mandando in pensione la vecchia 3Easy Pass: con 3Eurotariff è possibile utilizzare la propria tariffa nazionale nei paesi in cui è presente 3, ossia:

  • Austria
  • Danimarca
  • Gran Bregagna
  • Irlanda
  • Svezia

Negli altri paesi europei, invece, vigono i seguenti costi:

  • Chiamate effettuate a 23,18 centesimi / minuto (con scatto iniziale di 30 secondi)
  • Chiamate ricevute a 6,10 centesimi / minuto (con scatto iniziale di 30 secondi)
  • SMS a 7,32 centesimi
  • Traffico Internet a 24,40 cent / MB

Per maggiori informazioni vi rimandiamo all’apposita pagina di 3 Italia.