Perché Apple ha puntato di nuovo sui 4 pollici?

Giuseppe Tripodi -

Il 21 marzo Apple ha svelato il tanto atteso iPhone SE, nuovo smartphone della mela con display da 4 pollici, che va ad affiancarsi come terzo componente della famiglia di iPhone, accanto ai 4,7″ di iPhone 6s e 5,5″ di iPhone 6s Plus.

Prima di iPhone SE, gli ultimi modelli da 4″ creati da Apple erano gli iPhone 5s e 5c del 2013, quando questa dimensione del display era ancora abbastanza in voga: nel trimestre conclusosi a febbraio 2014, il 58% degli smartphone venduti era da 4″ o inferiore. Oggi la percentuale è scesa al 9%, quindi risulta spontaneo chiedersi perché Apple abbia scommesso sull’iPhone SE.

LEGGI ANCHE: iPhone SE è già sold out negli USA

Per prima cosa, c’è da considerare che il 58% dei possessori di smartphone della mela possiede ancora un iPhone 5s o modelli precedenti. Il ciclo di vita di questi iPhone è attualmente di 27,5 mesi, molto più lungo del normale ciclo di uno smartphone, normalmente pari a 20,9 mesi. È quindi evidente che i possessori di questi iPhone non hanno (ancora) intenzione di passare a modelli più recenti.

I motivi possono essere i più disparati, ma gli attuali possessori di iPhone da 4″ non sembrano essere interessati a display più grandi: secondo i sondaggi, al 68% interessa principalmente che la batteria sia affidabile e al 63% che il dispositivo duri il più possibile. Considerando anche che tra questo gruppo l’86% ha dichiarato che preferirebbe rimanere fedele ad Apple e comprare un altro iPhone ma solo l’11% vorrebbe spendere più di 300$ per un nuovo modello, la scelta di Apple di realizzare iPhone SE è piuttosto ovvia.

Dopotutto si tratta di un nuovo dispositivo dalle forme “rassicuranti” per chi ha ancora un vecchio iPhone 5s (o precedenti), che costa solo 399$, un prezzo percepito come ragionevole per avere le stesse specifiche dei moderni iPhone 6s.

Fonte: Kantar