8.5

LEGO Jurassic World Android - 10

LEGO Jurassic World: benvenuti…al Jurassic Park! (recensione)

Lorenzo Delli - TT Games e Warner Bros. giocano la carta nostalgia, proponendo una versione mobile di LEGO Jurassic World che ci permette di rivivere sia la recente pellicola, sia le scene più belle dei primi tre film della saga.

Senta, è previsto che si vedano dei dinosauri nel suo Parco dei Dinosauri?“: apriamo questa recensione con una delle tante celebri citazioni di Jurassic Park, una pellicola che per varie ragioni, rimarrà per sempre nel cuore di chi come noi è nato negli anni ’80.

Sì perché nonostante il gioco in questione si intitoli LEGO Jurassic World, il che potrebbe portarci a pensare che sia dedicato esclusivamente all’ultima pellicola con Chris Pratt e Bryce Dallas Howard, permette effettivamente al giocatore di vivere in prima persona le migliori scene di tutto il mondo giurassico a cui Spielberg e Crichton diedero vita a partire proprio da Jurassic Park.

LEGGI ANCHE: LEGO Nexo Knights: tra fantasy, fantascienza e…mobile!

LEGO Jurassic World mantiene comunque lo stile umoristico dei precedenti giochi firmati TT Games, uno stile che viene applicato con maestria anche alle scene più violente delle quattro pellicole, rendendo di fatto accessibile il tutto sia ad un pubblico più giovane, sia a chi cerca un gioco di azione simpatico e spensierato. Ma lanciamoci nella mischia e scopriamo qualcosa in più a riguardo di questa versione dedicata ad Android e iOS!

Qui non si bada a spese

Il nuovo titolo LEGO mantiene intatta la struttura di gioco già vista nei precedenti adattamenti mobili sbarcati su Android e iOS, come ad esempio LEGO Marvel Super Heroes o LEGO Batman 3: Gotham e Oltre. Ci troveremo quindi a controllare una serie di personaggi dotati di abilità di vario genere in livelli tridimensionali caratterizzati da elementi, ovviamente assemblati con i mattoncini danesi, con cui interagire e, sopratutto, da distruggere per collezionare mattoncini. Potremmo quindi definirlo come un classico incrocio tra un platform e un gioco di azione.

Qualche esempio di ciò che ci troveremo a fare: attivare marchingegni scovando i pezzi mancanti; esplorare i livelli alla ricerca dei segreti nascosti; cavalcare dinosauri (say what? NdR) o addirittura controllarli direttamente; scavare in quelle che il Dottor Ian Malcom definiva affettuosamente “una bella montagna di me**a!“; e tanto, tantissimo altro.

LEGO Jurassic World Android - 19
Estrarre i nipoti di Hammond dalla jeep richiede un bel po’ di tap su schermo!

Tutto ciò a fianco dei principali personaggi delle quattro pellicole, e ovviamente ogni livello cerca di ripercorrere, in parte reinterpretandole, le scene più importanti. Qualche altro esempio: vi ricordate la scena del maialino e dei velociraptor all’inizio di Jurassic World? Ebbene, ci troveremo a riviverla nei panni dei velociraptor! Davvero incredibile anche la scena del tirannosauro di Jurassic Park: la pioggia, gli urli dei nipoti di Hammond, Ian e Alan che si impegnano in tutti i modi per salvarli, Gennaro che fugge in bagno (con conseguente battuta di Ian “Quando la devi fare, la devi fare.”).

Ma la capretta e il porcellino si salvano?

No, non siamo improvvisamente diventati pazzi. Vi ricordate la capretta letteralmente (ma “virtualmente“) maciullata dal T-Rex in Jurassic Park? O la povera mucca che viene calata nel recinto dei velociraptor? O ancora, il povero porcellino che scappa, sempre nel recinto dei velociraptor, nella pellicola più recente delle quattro affrontate? Ovviamente in un gioco LEGO non potevano essere presenti scene piuttosto crude, ed il team di sviluppo si è impegnato come al solito per renderle meno brutali.

LEGO Jurassic World Android - 21
All’inseguimento del porcellino! Niente paura, i velociraptor non riusciranno a catturarlo davvero.

Ovvio che se è un utente decide di acquistare un gioco LEGO non lo fa certo per cercare violenza e realismo, ma è senza dubbio da encomiare l’impegno dei ragazzi di TT Games nel cercare di sdrammatizzare le scene più concitate con il loro solito stile mantenendo comunque intatta la trama dei film e le loro atmosfere. Durante la già citata scena del tirannosauro ad esempio, Ian e Alan distraggono il temibile carnivoro con un gigantesco osso di LEGO.

8.5

Giudizio finale

LEGO Jurassic World è una piccola perla videoludica in un mare di titoli free-to-play con acquisti in-app che di solito propongono schemi di gioco ripetitivi e senza una fine apparente. I livelli sono caratterizzati da una lunghezza appropriata per il mobile gaming; la longevità è più che ottima grazie ai tanti livelli che compongono i quattro capitoli dedicati alle quattro pellicole; e anche i comparti grafico e sonoro sono più che discreti.

Per quanto riguarda il comparto grafico c’è però da dire che si nota, e basta dare un’occhiata agli screenshot qui di seguito, una qualità forse fin troppo simile a quella delle console portatili (da cui è tratta la versione mobile). Tale difetto, sempre che si possa definire tale, si nota ancora di più nei tanti filmati di intermezzo. In quest’ultimo caso si tratta però di una scelta dettata dal quantitativo di spazio occupato dall’applicazione, già piuttosto ingente per trattarsi di un gioco dedicato appunto ai dispositivi mobili. Nei filmati e in vari sezioni del gioco vengono poi usati spezzoni originali dell’audio dei film: peccato però che siano spezzoni in lingua originale, e come se non bastasse si riesce a notare che si tratta di sezioni audio ritagliate e “incollate” sopra la traccia sonora del videogioco.

Diciamocela tutta: evidenziare tali difetti è un po’ come cercare un pelo in un uovo. La versione per console portatili costa ancora circa 30€, mentre con 5€ potete vivere la medesima esperienza anche su dispositivi mobili. Se i passati giochi LEGO e le pellicole dedicate al mondo di Jurassic Park stuzzicano il vostro interesse, vi consigliamo caldamente di non farvi sfuggire LEGO Jurassic World.

PRO CONTRO
  • Vi permette di rivivere le migliori scene di Jurassic Park e delle altre tre pellicole
  • LEGO, LEGO e ancora LEGO
  • Buona longevità e livelli rapidi
  • Controlli touch funzionali e reattivi
  • Prezzo più che bilanciato
  • Grafica forse un po’ sottotono
  • Fin troppo facile saltare le scene di intermezzo

App Store badge

Play Store badge

  • La differenza tra giochi su console portatili e dispositivi mobili, con le dovute differenze, è simile a quella tra giochi per console e per PC. Si tratta di due mercati comunque diversi. Non mi metterò certo a discutere quale sia meglio e quale sia peggio, ci bastano le orde di bambini che litigano tutti i giorni su Internet sull’argomento. La questione è molto semplice: la praticità. Le console sono fatte per essere accese e giocare, punto, senza nessuno sbattimento. Nessuna necessità di configurare niente, di rincorrere l’ultima scheda grafica o l’ultimo modello di smartphone con l’ultimo aggiornamento del sistema operativo. Di contro giocare su PC e su smartphone ha i suoi vantaggi: su PC puoi arrivare a livelli prestazionali irraggiungibili altrove, e lo smatphone ce lo hai sempre a portata di zampa… Al di là delle guerre di religione che lasciano il tempo che trovano, ognuno può scegliere in base alle proprie abitudini e priorità. E’ questo il bello, quando abbiamo la facoltà di scegliere. Piuttosto che azzuffarsi, la gente dovrebbe capire che è un bene, perchè ne usufruiamo tutti.