Pokemon go

Solo 151 Pokémon nell’attesissimo Pokémon GO? (video)

Giorgio Palmieri - Ecco alcuni dettagli su acquisti in-app, combattimenti, personaggi e abilità sul videogioco mobile più atteso dell'anno.

Emergono nuovi dettagli su Pokémon GO, e sembra che il desiderato titolo sviluppato da Niantic e The Pokemon Company avrà solo le creature della prima generazione.

A rivelarlo è un data mining (operazione per scovare ulteriori dettagli all’interno del codice di un’app) effettuato sulla versione beta del gioco in questione. Prendete tutto ciò con le pinze, anche perché è molto probabile, se non certo, che Niantic aggiungerà nuovi Pokémon tramite futuri aggiornamenti.

LEGGI ANCHE: Altri succosi dettagli su Pokémon GO

Un’altra ed interessante novità riguarda il parco abilità di ciascun mostriciattolo: pare infatti che ci saranno 232 mosse al lancio e ognuno potrà contare su 2 di queste. I combattimenti, inoltre, sembrano non essere in tempo reale.

Gli acquisti in-app invece verteranno sull’acquisto di vestiti ed accessori speciali per il proprio alter-ego virtuale, Pokeball più performanti e la possibilità di comprare personalizzazioni per la palestra. Confermati inoltre il ciclo giorno e notte, e persino lo scambio di Pokémon. Potete dare un’occhiata al seguente video che illustra tutti questi dettagli, e non solo.

Vi ricordiamo, infine, che le due aziende hanno confermato l’uscita del gioco su Android ed iOS verso fine 2016.

Via: Phandroid
  • C. Bianco

    Se è solo la prima generazione mi sento quasi in obbligo di giocarci

  • Alessio Capogrosso

    Questa si che è una bella notizia!

    Resto dubbioso solo sul sistema di combattimenti…

  • TheJedi

    Magari! Gli unici pokemon decenti sono quelli delle prime 2 gen, il livello poi è sceso in modo drastico.

  • Marco Olmedi

    Perchè ne esistono di belli oltre i 151? a 251 sono ancora decenti poi sono cloni di cloni

    • jEsSy

      no dai, prendi lucario che è la perfezione! ci sono pokemon osceni nei èprimi 151, jynx ad esempio

      • Daniele Freccero

        Non toccate jynx

      • Marco Olmedi

        Sono vecchio 🙁

        • jEsSy

          idem!! 🙁

    • Dai lui è troppo fico

    • Marco Olmedi

      Ragas sono troppo vecchio 🙁

    • Per me che ho vissuto a cavallo della terza e quarta generazione non concordo: sarà che con l’aumentare del numero tendono chiaramente ad essere meno ispirati, ma la maggioranza rimangono ottimi.
      Infatti guarda caso considero che la generazione perfetta è la quarta.

  • “Solo”? E’ uno sproposito per un gioco di Pokemon al D1! 🙂 Praticamente TUTTI quelli della prima generazione! Tanto per dirne una, se la stessa operazione cosiddetta di “data mining” (che in realtà è tutt’altra cosa, ma si è diffuso questo modo improprio di chiamarla) l’avessero fatta su Pokemon Shuffle ne avrebbero trovati 50! 😀 Poi ogni settimana o due ne arrivano 10 in più, e così sarà anche per Pokemon Go, o come DLC (gratuiti, Nintendo non prende per il culo la gente come fanno gli altri) o come aggiornamenti dell’app vera e propria. Semplicissimo.

    • Non mi pare che i DLC di Super Smash fossero gratuiti, addirittura prezzi maggiorati per prenderli su entrambe le piattaforme (wtf Nintendo?), una bella presa per il culo altroché.

      Con gli amiibo sono stati geniali, lì non lo nego. Una inculata (opzionale) con stile e che la gente vuole (del resto anche io li ho presi alcuni).

      Se poi parliamo di Splatoon, beh, lì il discorso è diverso, e immagino che Pokémon Go seguirà la stessa linea essendo un titolo basato sull’online e in continua evoluzione.

      • Smash è l’unica eccezione alla regola, con fin troppi DLC che comunque hanno una giustificazione in un gioco del genere. E viene sempre preso a esempio per cercare di smentirla. Ma non è così se poi TUTTI gli altri titoli Nintendo propongono DLC gratuiti (come Splatoon) o fortemente remunerativi (come Mario Kart 8) e comunque in nessun caso obbligatori per terminare la storia principale (come Evolve) e porcate simili. Pagherei perché tutte le SH si comportassero come Nintendo, comprese le sue eccezioni. La tua osservazione sugli amiibo è una delle più pertinenti che abbia mai avuto modo di leggere, visto che in tanti, troppi, anche sedicenti esperti, le considerano solo statuette. E invece sono veri e propri DLC fisici come hai ben detto tu, con la caratteristica unica di comprarli una volta, ed essere utilizzabili in più giochi. Anche questa una gran cosa, a mio modo di vedere. Nintendo ha trecentomila difetti, ma la sua politica sui DLC è a mio avviso una delle più tollerabili che si trovano in giro.