Confronto-Samsung-Galaxy-S7-Xiaomi-Mi5-6-1280x718

Adesso i display AMOLED costano meno degli LCD

Giuseppe Tripodi

Quando si parla di display ognuno ha le proprie preferenze ma, andando oltre i gusti personali, gli schermi AMOLED hanno qualche vantaggio rispetto agli LCD: mediamente sono più luminosi, hanno contrasto e saturazione maggiore e neri più profondi.

Tuttavia, per lungo tempo la produzione di display AMOLED è stata più costosa, ma oggi non è più così: come previsto, infatti, adesso produrre uno schermo AMOLED da 5″ Full HD costa meno che produrre un pannello LCD con le stesse caratteristiche.

Nell’ultimo trimestre del 2015 i costi erano rispettivamente di 17,10$ e 15,70$: adesso le spese di produzione si sono abbassate sensibilmente e produrre un display AMOLED con le suddette specifiche viene 14,30$, contro i 14,60$ per l’LCD. Le stime si basano sui costi di produzione di un LTPS LCD (Low Temperature Poly-Silicon Liquid Crystal Display), il tipo più efficiente di Thin Film Transistor (TFT).

LEGGI ANCHE: Apple potrebbe lanciare un iPhone con display OLED il prossimo anno

È la prima volta in assoluto che la produzione di un AMOLED costa meno di quella di un LCD e, anche se i produttori possono scegliere quest’ultimo per ragioni legate alla fedeltà dei colori e altre motivazioni, ci aspettiamo di vedere molti più AMOLED nei prossimi medio gamma.

Via: Android Authority
  • GattoMorbido

    addio alla fedeltà dei colori.
    tanto ormai abbiamo rinunciato alla qualità audio con gli mp3 e alle fotografie con gli scatti da cellulare… cosa vuoi che sia.

    • Andrea Domenici

      Questo è vero per i vecchi pannelli, oggi un SAMOLED Samsung è più fedele dei migliori LCD.
      Il limite di questi pannelli invece resta il fenomeno del cosiddetto burn in: se usate spesso applicazioni in cui la barra in alto o intasti in basso rimangono neri, quella porzione dello schermo invecchierà meno e dopo qualche mese, con immagini uniformi a pieno schermo, la noterete più luminosa del resto…

      • GattoMorbido

        già, come per il mio plasma che, nonostante tutto, preferisco ancora ai più recenti lcd di ogni tipo

      • the

        Da quello che vedo sul mio note 4 la situazione è proprio opposta, il burn in non è più un problema, mentre le dominanti ci sono ancora, assieme a vari altri problemi. Non so come li testi display mate, ma i bianchi sono tendenzialmente con una dominante verde/gialla, ed i canali sono sbilanciati: il verde è potentissimo, il blu è un po sottotono, ed il rosso è arancione… Poi c’è il problema che cambiando l’angolo da cui lo guardi la dominante verde aumenta… Sarò io che ho l’occhio particolarmente attento perchè sono abituato a sviluppare file raw da reflex su schermo calibrato, ma tutti glli amoled che ho visto sono ben lontani dall’essere fedeli come gli lcd…

        • Andrea Domenici

          Io il Note 4 l’ho da troppo poco per dirlo, però se ci fai caso la Samsung oltre a mantenere i tasti fisici (e quindi ovviare al burn in dei tasti virtuali eliminandoli) nel browser mette una barra grigia anziché nera, e offre l’opzione per eliminarla. Sono tutti accorgimenti che riducono il problema.

          Sulla fedeltà cromatica non ti ao dire niente perché non ho la tua sensibilità..

          • the

            Puoi dormire sonni tranquilli per quanto riguarda il burn in. Io il note 4 ce l’ho da quasi un anno, ma ho messo praticamente subito la cyanogeen, e da almeno sei mesi ho i tasti a schermo come i nexus! (ed il tasto home rimappato come blocco/sblocco). Nessuna traccia di burn in, ed io tendenzialmente tengo la luminosità più alta del normale, che è quella che usura di più lo schermo (mentre a livello di batteria cambia pochissimo, ci farai 20 minuti di schermo in più portandola dal massimo al minimo!)

    • _Tua madre è leggenda_

      un .flac su telefono è sprecato senza un DAC, e poi occupa troppa memoria… D:

      • nastys

        Magari un Ogg Vorbis (.ogg), che occupa poco meno di un mp3 e ha una qualità decisamente superiore rispetto a quest’ultimo.

      • the

        Che un flac su telefono sia anche troppo è vero, un aac 320 al 99% delle volte va più che bene! Io però tengo sul telefono direttamente i flac, sia per non mettermi a riconvertire, sia perchè è troppo comodo usare il chromecast audio collegato al dac che a sua volta è collegato all’amplificatore!
        Comunque ci sono anche telefoni che hanno una ottima qualità audio: l’htc one m7 riesce a far suonare le mie akg k702, che sono notoriamente faticose, e con un audio molto buono ed anche volume abbastanza alto!

    • AldrexChamaYoloSweg

      Intanto molti AMOLED hanno colori e bianchi che sfiorano la perfezione, ma ok…
      Non siamo più nel 2011.

      • GattoMorbido

        non nego che siano migliorati molto più di quanto non abbiano fatto gli lcd.
        ma solo perchè la tecnologia più recente ha più ampi margini di crescita.
        e se il nero è “perfetto” per gli standard attuali la “morbidezza” dei colori no: si calca sulla fedeltà dei singoli colori ma la visione generale secondo me ne risente.

        sarebbe come applicare un filtro ai nostri occhi per accentuare i particolari che vediamo ma la nostra vista è fatta anche di sfumature di colori che i moderni *moled ignorano

        ovviamente questo è il mio punto di vista: tante persone so che preferiscono i display samsung proprio perché hanno colori “molto vivi”

    • blackmonger

      la questione della qualità audio legata agli mp3 è dovuta alle dimensioni del file stesso, con la quantità di memoria dei dispositivi mobili la vedo dura portarsi in giro una discografia in FLAC, non so te, ma io ho 55gb di musica da portarmi appresso, se fossero file FLAC altro che 55gb sarebbero. non è sempre un male l’mp3, basta cercare di averli in qualità alta

      • GattoMorbido

        concordo con te, ovviamente, che portabilità e compressione vanno di pari passo ma…

        …quante persone conosci che usano ancora i cd audio o anche solo il formato flac? per la maggior parte delle persone musica=mp3.
        senza nemmeno specificare il bitrate, che non sanno cosa sia.

        • blackmonger

          ah beh, verissimo, parlare di certe cose è materia da audiofili

        • the

          Per non parlare di quelli che musica=la scarico da youtube… Si capisce che si sente male anche sentendola con l’altoparlantino del telefono… Le cassette musicali avevano una qualità audio più alta…

  • Shane Falco

    In un articolo di qualche mese si diceva che un display amoled samsung costava il 30% in + di un display lcd di pari pollici e definizione, ora però samsung ha ridotto il costo portandolo a solo un 10% in +. I display amoled hanno anche loro colori naturali basta scegliere la modalità “di base” se si possiede un samsung il problema si pone per le altre marche che non sanno tarare i display amoled. Secondo me un amoled costerà sempre d+ di un lcd anche se di poco, impossibile che costi di meno.