instagram autenticazone due passaggi

Lo sviluppatore di InstaAgent è tornato a rubare le vostre password con due nuove app

Giuseppe Tripodi -

Il nome di InstaAgent vi dice qualcosa? Dovrebbe, perché era un’app malevola che è riuscita a rubare le password Instagram di centinaia di migliaia di utenti, finché non è stata rimossa dagli store lo scorso novembre.

Ma a quanto pare lo sviluppatore Turker Bayram non si è dato per vinto ed è tornato alla carica con nuove app su App Store(Who Cares With Me – InstaDetector e InstaCare – Who Cares With Me) e Play Store (Who Viewd Me on Instagram e Who Viewd Me – InstaDetector).

instacare

Così come faceva InstaAgent, questi software promettono di scoprire le persone che visitano il vostro account Instagram, ma in realtà non fanno altro che inviare i vostri username e password ad un server di terze parti. I commenti sullo Store testimoniano che si tratta di un’app malevola, come dimostrato anche dallo sviluppatore David L-R sul sito Peppersoft.

LEGGI ANCHE: AceDeceiver è un nuovo malware per iPhone che infetta anche senza jailbreak

È davvero incredibile che lo sviluppatore di una nota app malevola sia non solo riuscito a farsi approvare due nuovi software, ma che sia anche riuscito a scalare le classifiche di App Store: InstadDetector, infatti, è arrivata fino al sesto posto delle app più scaricate negli USA.

Instadetector classifica

Per nostra fortuna le due app in questione non sono disponibili in territorio italiano e le versioni su Play Store sono già state rimosse. In ogni caso, vige sempre la stessa, solita raccomandazione: dare i vostri dati di login ad app a caso non è una grande idea.

Fonte: Peppersoft
  • http://batman-news.com boosook

    Io non capisco perché sul cellulare la gente si installi la qualunque senza chiedersi mai chi è lo sviluppatore e se i permeasi sono appropriati. Sul pc non lo fareste mai. Almeno spero.

    • Gianluca DS

      Lo fanno in tantissimi anche su PC, fidati…

  • RiccardoC

    date la vostra password di instagram (o facebook, o i codici della banca) a un’app di terzi? Vi meritate tutta la sfiga che ne consegue. Punto.
    E’ come il “virus albanese” degli anni 90 che chiedeva per favore la collaborazione dell’utente per copiarsi sui computer degli altri

  • masked?Mike

    massima stima!