aereo final

Un iPhone 6 ha preso fuoco in aereo, scatenando un piccolo incendio

Giuseppe Tripodi -

Nonostante alcune recenti, tragiche vicende, sappiamo tutti che gli aerei sono uno dei mezzi di trasporto più sicuri: tuttavia, veder prendere fuoco il proprio iPhone 6 mentre si è in quota non deve essere esattamente una situazione rilassante.

Questo è quanto a successo lo scorso giovedì ad Anna Crail, studentessa in volo da Washington verso le Hawaii, il cui smartphone Apple si è improvvisamente incendiato. Impaurita, la ragazza ha gettato in terra il dispositivo che è finito sotto i sedili; anche questi ultimi hanno preso fuoco, scatenando il panico tra i passeggeri finché l’equipaggio non è riuscito a dominare le fiamme.

LEGGI ANCHE: AceDeceiver è un nuovo malware per iPhone che infetta anche senza jailbreak

La ragazza ha dichiarato di aver temuto che l’aereo potesse precipitare, ma la compagnia ha spiegato che in realtà piccoli incendi del genere non sono un problema e che la crew è preparata per queste evenienze.

Non è ancora ben chiaro il motivo per cui il dispositivo abbia preso fuoco, ma si propende per un eccessivo surriscaldamento della batteria. Secondo le prime dichiarazioni, questo potrebbe essere stato influenzato anche dalla mancata impostazione della modalità aereo: cercando continuamente le reti, l’iPhone si sarebbe surriscaldato eccessivamente, fino alle fiamme. In ogni caso, nonostante le elevate temperature, non è normale che un dispositivo esploda: per questa ragione, non si esclude l’utilizzo di caricabatterie non a norma o altre cause scatenanti.

Via: PhoneArenaFonte: KOMO