Sony logo final

Sony è l’azienda che in media guadagna di più da Android, ma Apple rimane su un altro livello

Nicola Ligas

Sony ha deciso di ridurre il proprio portfolio di smartphone Android, concentrandosi soprattutto sulla fascia alta. Questo significa meno modelli venduti in generale (si parla di soli 3,5 milioni di unità durante i primi tre mesi del 2016) ma anche margini superiori. Sony ha infatti gli ASP (average selling prices – prezzi medi di vendita) più alti di tutti i produttori Android, almeno nell’ultimo trimestre del 2015.

Come illustrano le immagini a fine articolo, e tralasciando i 691$ di Apple che per ovvie ragioni domina questa classifica, Sony è seconda con 422$, HTC terza con 237$, e Samsung quarta con 225$, cifra abbassata dall’ingente quantità di smartphone di fascia bassa del produttore coreano. Gli smartphone Sony sono insomma i più cari, almeno mediamente parlando.

LEGGI ANCHE: Quanto costa produrre Galaxy S7

E se queste sono le entrate medie per unità, quanti sono i guadagni? Anche in questo caso Sony conduce tra i vari produttori Android, con un guadagno medio di 26$; segue poi Samsung con 23$, mentre gli altri sono tutti in perdita (ricordiamo che parliamo sempre e solo del Q4 2015). Di un altro livello i guadagni di Apple: 184$ per unità. Sony e Samsung devono insomma vendere 7/8 dispositivi per fare pari con i guadagni che Apple realizza da uno dei suoi. D’altro canto i prezzi dell’azienda di Cupertino non sono un mistero per nessuno, ma mettere in prospettiva queste cifre fa sempre un certo effetto.

Via: Xperia Blog
  • eLar

    Giusto così, vende 30 telefoni l’anno, non spende in pubblicità, tutti i soldi sono ricavi.