Razer Leviathan Mini - 7

Razer Leviathan Mini, prova dello speaker bluetooth (foto e video)

Emanuele Cisotti

Conoscerete il brand Razer principalmente per tutti i dispositivi da gaming che l’azienda produce. Anche noi abbiamo sempre associato questo brand con questa tipologia di prodotti, ed è per questo che ci siamo approcciati con particolare curiosità al primo speaker portatile dell’azienda. Si tratta di Razer Leviathan Mini: dove Mini lo distingue da una soundbar di dimensioni decisamente più generose e pensata per utilizzi domestici.

È un elegantissimo oggetto di design interamente realizzato in metallo e con sulla parte inferiore degli importanti componenti in gomma per tenere lo speaker saldamente fermo su qualsiasi superficie. La griglia frontale (replicata anche sul retro), al centro della quale spicca il simbolo dell’azienda (sempre nero e non verde come si sarebbe potuto pensare) nasconde i due driver da ben 12W ciascuno per una potenza di ben 24W totali, tantissimi per un prodotto di queste dimensioni. Ma torneremo a parlare di qualità fra un attimo.

Sulla parte superiore abbiamo tre grossi tasti plastici (lucidi) per variare il volume o mettere in pausa il brano. Il tasto centrale può essere utilizzato anche per rispondere ad una telefonata, visto che il prodotto è dotato di due microfoni. Grazie alla tecnologia Clear Voice Capture le telefonate possono essere fatte senza dover alzare troppo la voce anche a qualche metro di distanza. Su di un lato corto troviamo poi il tasto di accensione e quello di associazione, oltre che la porta microUSB per la ricarica e un connettore per il jack audio. È possibile infatti risparmiare un po’ di batteria e utilizzare lo speaker con il cavo in dotazione. Sempre nella confezione troviamo il cavo USB-microUSB per la ricarica, l’alimentatore da parete e anche una comodissima custodia per portare il piccolo speaker con se in ogni occasione.

Ma parliamo di qualità audio. Leviathan Mini è senza molti giri di parole il più potente e meglio bilanciato speaker che abbiamo mai provato di queste dimensioni. I bassi sono corposi e medi/alti ben distinti. Sorprendente poi il fatto che sollevando lo speaker da un piano di ascolto il volume rimanga sostanzialmente identico, cosa che non è invece vera per molti altri prodotti più economici. Certo si può sempre volere di più da uno speaker, ma a parità di dimensioni nessun prodotto simile da noi provato ci ha soddisfatto in questo modo.

La batteria si ricarica in circa 5 ore e vi garantisce, ad un volume un po’ più alto della metà delle sue possibilità, circa 10 ore di ascolto. Quanto viene questo piccolo prodigio di Razer? L’azienda vende Leivathan Mini a 169€ sul suo store ufficiale, un prezzo inferiore ad altri prodotti simili della concorrenza che hanno un prezzo di lancio di circa 200€.

  • Shane Falco

    il mio xiaomi bluetooth ha + bassi perchè ha anche un basso passivo oltre ai 2 driver da 3watt ciascuno.

  • Igor Mishin ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

    Mi tengo stretto il mio Xiaomi Square Speaker pagato 13 euro su gearbest