Peeple app

Peeple è arrivato su iOS: lo “Yelp per le persone” guadagnerà sulle recensioni negative

Giuseppe Tripodi - L'annuncio dello "Yelp per le persone" aveva prevedibilmente attirato parecchie attenzioni negative. Adesso è ufficialmente arrivato su iOS e, forse, è anche peggio di quel che pensavate.

Abbiamo parlato per la prima volta di Peeple ad ottobre: senza fare troppi giri di parole, si tratta di un’app incentrata sul recensire le persone, che candidamente si propone come lo Yelp for humans.

Prevedibilmente, l’idea di dare stellette e valutazioni su amici, colleghi di lavoro e partner non ha esattamente esaltato il pubblico, quindi dopo aver attirato a sé un’enorme quantità di commenti negativi (a proposito, chissà come saranno le recensioni delle fondatrici di Peeple?), il team aveva fatto retro marcia, annunciando che il portale avrebbe accolto solo recensioni positive.

In realtà, dando un’occhiata ai post di Peeple – che da qualche ora è disponibile su iOS – , sembra che la situazione sia quasi peggiore di quanto ci si aspettava in origine.

LEGGI ANCHE: Amazon: pugno di ferro sui falsi recensori, porta mille persone in tribunale

Da un lato, è vero che dovremo approvare le recensioni che vengono associate al nostro profilo e che, teoricamente, in un primo momento non sarà possibile che vengano visualizzate recensioni negative associate al nostro account, a meno che non lo vogliamo.

Dall’altro, c’è un enorme retroscena chiamato Truth Licence (a cui si accenna anche su Facebook): in breve, si tratta di un abbonamento che arriverà prossimamente e permetterà di vedere tutte le recensioni, anche quelle negative, a prescindere che siano state approvate dal diretto interessato o meno.

Peeple screenshot facebook Truth Licence
“Un profilo Peeple con nessuna recensione negativa prova che sei il meglio in quel che fai”. Creepy.

La cosa si fa ancora più inquietante se consideriamo che su Peeple è possibile scrivere delle recommendations (praticamente delle recensioni, ma chiamate con un altro nome) anche per persone che non sono iscritte al servizio.

peeple-truth-license

Dulcis in fundo, vi chiederete: ma ci sarà un modo per bloccare un utente, chiedere la cancellazione di una recensione o, in generale, cercare di arginare i danni di eventuali recensioni negative? Sì, è possibile farlo ma – salvo agire per vie legali – per richiedere l’eliminazione di una recensione è necessario essere iscritti al servizio e, di conseguenza, aver accettato i termini e le condizioni.

Ricordiamo che per creare un profilo Peeple è necessario avere un account Facebook attivo da almeno 6 mesi e verificare la propria identità fornendo un numero di cellulare (che entrerà a far parte della banca dati e verrà associato al vostro profilo): se quanto detto finora non vi spaventa, potete scaricare Peeple dal badge qui sotto (l’app non è ancora disponibile nel nostro paese e arriverà in un secondo momento anche su Android e su Web).

App Store badge

Via: TechCrunch
  • Psyco98

    Prevedo denunce.