Lenovo-MIIX-310_3

Basta tablet: da quest’anno i convertibli prenderanno il loro posto, secondo IDC (foto)

Andrea Centorrino

Agli utenti il tablet non basta più: secondo IDC, società di analisi di mercato, durante questo 2016 le vendite di tablet che non prevedono il collegamento ad una tastiera/touchpad esterni caleranno del 5,9% (circa 195 milioni di unità in meno), lasciando il posto ai dispositivi convertibili, ovvero ai 2-in-1 che tanto successo stanno avendo nel mondo Windows.

Sarà proprio Microsoft a beneficiare di questa situazione: entro il 2020, prevede IDC, Windows sarà sul 74,6% dei convertibili; non che parta male, visto che ha già raggiunto quota 53,3%.

Il 2020 dovrebbe segnare anche l’anno della fine del dominio dell’iPad: la quota di mercato passerebbe dal 28,5% attuale al 7,3%. Android, dal canto suo, dovrebbe mantenersi stabile intorno al 18%.

LEGGI ANCHE: Lenovo MIIX 310, la nostra anteprima dal MWC 2016

L’elaborazione di questi dati sarebbe conseguenza del forte supporto dei produttori per la piattaforma Windows durante l’ultimo MWC, dell’assenza di supporto touch in Mac OS X e del ritardo nell’allineamento delle piattaforme Android-Chrome. Anche voi credete che il futuro sia nei convertibili? O è più un’evoluzione del passato (netbook)?

Via: Fonearena
  • TheAlabek

    Str*nzate da analisti

    • Marco Missere

      Secondo me non hanno torto.

      • TheAlabek

        Perche?

        • Marco Missere

          Io ho avuto prima un Nexus 7, e ora da due anni ho un Nexus 10. Già da quando avevo acquistato il Nexus 7 sentivo dire che Android fosse limitato per un utilizzo su tablet, ma non capivo effettivamente cosa intendessero. Con il passare del tempo ho capito di quanto Android su tablet allo stato attuale non sia altro che Android per smartphone ma allargato su un display da 10″. Credo che la stessa cosa valga per iOS, non so quanto un iPad possa non dare l’impressione di un iPhone allargato. Android e iOS sono degli OS mobile, e in quanto tali sono limitati rispetto agli OS desktop. Ecco perché GNU/Linux (e quindi Ubuntu Touch) ma anche Windows li vedo più interessanti per i tablet o per i convertibili.

          • TheAlabek

            Il fatto è che a moltissime persone va bene così

  • marco

    secondo me sarà così… ormai i tablet android penso siano inutili, i 2 in 1 con windows sono il top… sempre che siano decenti come caratteristiche, in modo da avere oltre al tablet anche un pc come si deve, come lo sono ad esempio i surface pro ( o book non ricordo, cmq quelli nuovi che costano parecchio :D)

    • riky1979

      il problema è questo: per avere macchine windows decenti 2in1 andiamo a prezzi sopra 800euro per processori i3 i5 o m3 m5; sotto ci sono solo gli atom vanno bene per qualcosa ma non cosi bene.
      I tablet costano meno e come i netbook alla fine hanno venduto per quello, poi tutti a pensare che chi spende poco lo avrebbe cambiato ogni anno, invece vedo ancora tanti netbook in giro e vedrò ancora tanti tablet nei prossimi anni.

  • Psyco98

    Che sia vero o meno un tablet è del tutto inutile: fai poco in tante dimensioni. A questo punto metterci dentro Windows o fork appositi come remix os è l’unica cosa sensata per sfruttare le dimensioni almeno un pochino.

  • Agnese

    Avendo avuto sia un tablet android che un 2-in-1 windows di fascia bassa posso dire che sono d’accordo con questa analisi. Infatti anche se non comparabile ad un notebook è ottimo come dispositivo secondario per lo svago e la produttività, soprattutto per l’università. Mentre il tablet android lo usavo praticamente solo come sostituto del telefono quando era scarico, qualche gioco e musica ma veniva molto scomodo scriverci o fare qualcosa di più.

  • Giandomenico Festa

    Ho sempre avuto solo convertibili Android (ASUS Transformer TF101 e TF701) e nonostante le note limitazioni (tipo non poter avere più finestre) MAI mi sognerei di acquistare un tablet che non abbia la sua bella Dock, possibilmente con batteria di supporto e porte USB, SD, etc. Sinceramente spero da sempre in un’evoluzione del robottino che porti a sfruttare al meglio questa configurazione, e mi pare di capire che con N dovremmo esserci.

  • riky1979

    Si ripete la storia dei netbook, se salgono troppo di prezzo ecco che non hanno più senso e conviene a passare a qualcosa di più capace, in questo caso ha iniziato microsoft con i suoi surface pro a erodere la fascia alta dei tablet, i suoi sono più ultrabook che tablet, ma costano cari molto cari.
    Poi tutti pensavano che sarebbe stato come usare windows, ma android non è windows come os8 non è macos, puoi fare qualcosa ma non tutto. Del resto se pensate ad Apple con opera da sola come hw e sw ha un ultrabook ed un tablet che praticamente stanno molto vicino tra loro, questo vuol dire che sanno anche loro che i tablet non possono fare tutto e quindi che ha bisogno di più passa oltre e va su ultrabook.
    E’ esattamente la stessa cosa successa con i netbook; inoltre gli smartphone stanno erodendo la fascia piccola dei tablet, ormai non conviene più un 7 pollici come tablet con smartphone che fanno di più per alcuni versi a 6 pollici.

  • Marco Missere

    Canonical ci ha visto giusto.