smartphone caffe final

Gli smartphone non vendono più come un tempo (e Windows 10 non se la passa bene)

Giuseppe Tripodi

Lo abbiamo sentito già da diverse agenzie di marketing e analisi e oggi arriva l’ennesima conferma da parte di IDC: il mercato smartphone non cresce più come un tempo e ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che il settore torni ad una crescita a doppie cifre.

Secondo IDC, infatti, il 2015 è stato l’ultimo anno in cui l’aumento di vendite degli smartphone è stato superiore al 10% (+10,4% rispetto al 2014, per l’esattezza): per questo 2016 la società di analisi ipotizza una crescita di “solo” il 5,6% rispetto all’anno precedente, con 1,5 miliardi di smartphone venduti.

LEGGI ANCHE: Gli italiani sono il popolo che cambia smartphone più spesso

La prospettiva non cambierà molto nell’immediato futuro, ma questa saturazione del mercato porterà ad un abbassamento dei prezzi: secondo IDC, nel 2020 il prezzo medio di vendita (ASP, average selling price) scenderà a 237$ (contro i 295$ attuali).

Dando un’occhiata alle diverse piattaforme, per Windows Phone/Windows 10 Mobile non viene previsto un futuro roseo: secondo la società di analisi, alla fine dell’anno il sistema operativo di Microsoft avrà solo lo 0,6% del mercato (con 23,8 milioni di smartphone venduti), mentre Android dominerà con l’82,5%.

IDC analisi sistemi operativi

Fonte: IDC