Anker PowerCore 10000, la nostra prova (foto)

Emanuele Cisotti

Anker è sicuramente uno dei brand più famosi quando si parla di alimentatori e powerbank economici. Dopo aver provato il powerbank più capiente del catalogo (quello da 20.100 mAh) oggi proviamo invece quello da 10.000 mAh che si aggiudica (a detta di Anker) il premio come il più piccolo powerbank al mondo per questo amperaggio. E non stentiamo a crederlo.

È spesso 2,2 centimetri e pesa solo 181 grammi. Su un lato corto troviamo l’ingresso microUSB e l’uscita USB con supporto alla ricarica rapida 5V/2.4A. Nella confezione è incluso un cavo USB-microUSB (non particolarmente lunghi) e una custodia a retina, comoda ma un po’ larga e all’interno della quale il powerbank tende a “sguazzarci”. Il powerbank è solido e robusto ma comunque realizzato con materiali plastici abbastanza cheap. Sul lato troviamo un tasto (sempre nero, come tutto il prodotto) per accendere i led e verificare lo stato di carica del prodotto.

Non c’è nient’altro da dire: se volete un powerbank capiente, con supporto alla ricarica rapida e molto economico, lo avete sicuramente trovato con questo Anker PowerCore 10000. Potete acquistarlo su Amazon a 22,99€.