Un questionario solleva nuovi dubbi sulla fusione Wind – 3

Giuseppe Tripodi -

Da diversi mesi si parla della fusione tra Wind e 3 Italia, che aveva già destato dubbi presso la società di consulenza strategica Northstream: il dubbio è che la Commissione Europea non approverà la fusione, a causa di un possibile aumento dei prezzi nel mercato italiano.

A tal proposito, secondo Reuters l’antitrust europeo avrebbe inviato un questionario a Hutchison Whampoa e VimpelCom, le due società che controllano rispettivamente H3G e Wind; tra i vari punti del documento, figurava anche la domanda:

“Secondo voi, la fusione avrebbe impatti sull’aggressività [commerciale] del nuovo gruppo H3g/Wind o di suoi segmenti (rispetto a quanto accadrebbe se non ci fosse l’operazione)?”

Inoltre, nel questionario ci sono anche domande relative ai possibili aumenti di prezzo di Telecom Italia e Vodafone: riducendo il numero di operatori da quattro a tre, infatti, diminuirebbe anche la concorrenza e, plausibilmente, i consumatori potrebbero pagare mediamente di più.

Secondo alcuni esperti, Hutchinson potrebbe proporre delle concessioni per ammorbidire la Commissione Europea, ad esempio offrendo l’accesso alla propria rete agli altri operatori.

Via: Mondo3Fonte: Reuters