errore 53 iPhone

Class action contro l’Errore 53 di iPhone: richiesti ad Apple 5 milioni di dollari

Giuseppe Tripodi - Uno studio di avvocati ha annunciato una class action contro Apple, per risarcire tutti i possessori di iPhone vittime del famigerato Errore 53.

Qualche giorno fa abbiamo parlato del famigerato Errore 53, che blocca definitivamente l’iPhone nel caso di sostituzione di un pezzo con ricambi non originali Apple. Insomma, se avete un iPhone 6 /iPhone 6s / iPhone 6 Plus / iPhone 6s Plus non è affatto una buona idea far riparare eventuali parte danneggiate in centri non autorizzati da Apple: una volta ripristinato un backup o reinstallato iOS 9, infatti, il sistema identifica i componenti non originali Apple e rende inutilizzabile il dispositivo. Inoltre, per non sbagliare, il processo che porta all’errore 53 elimina anche tutti i dati all’interno dell’iPhone e, ovviamente, ne invalida automaticamente la garanzia.

Apple ha dichiarato che si tratta di misure di sicurezza, necessarie per evitare che un malintenzionato possa sostituire il Touch ID, componente con il quale possiamo autorizzare pagamenti tramite la nostra impronta. Tuttavia, anche se così fosse, c’è da specificare che l’errore 53 si presenta anche in caso di sostituzione del display o dei cavi flex.

LEGGI ANCHE: Vittime dell’Errore 53? Apple risponde: “È una misura di sicurezza”

Per questo motivo, lo studio di avvocati PCVA ha annunciato con un comunicato stampa una class action contro Apple, invitando chiunque sia incappato nell’Errore 53 a rivolgersi a loro per chiedere un risarcimento. Secondo i legali di PCVA, infatti, la società di Cupertino starebbe costringendo i suoi clienti a rivolgersi esclusivamente al servizio di riparazioni Apple, spesso molto più costoso rispetto alle sostituzioni da parte di terzi.

Gli avvocati di PCVA chiedono ad Apple 5 milioni di dollari di danni, come risarcimento a tutti gli utenti che si sono trovati con un iPhone inutilizzabile a causa dell’Errore 53; inoltre, la class action (il cui testo potete leggere di seguito) richiede un aggiornamento di iOS che rimuova questo controllo sull’hardware non originale.

Error 53 Lawsuit

Via: PhoneArenaFonte: AppleInsider
  • CAIO MARIZ®

    Questi hanno problemi mentali

    • Giuseppe Tripodi

      Ti riferisci agli avvocati?
      Beh Apple avrà le sue motivazioni, però effettivamente mettiti nei panni di chi si è fatto sostituire lo schermo dal riparatore sotto casa e si è ritrovato con una mattonella da 600€…

  • ricktm

    Ma quanto si può risparmiare a far riparare un iphone in un centro non autorizzato? Questi hanno speso 700 euro per un telefono e fanno i pidocchiosi per risparmiarne 50 su una riparazione?!

    • Umberto Tettamanti

      Che poverata riparare il telefono, lo si cambia direttamente con uno nuovo. #cheschifoipoveri

      • ricktm

        Ahahaha
        No vabbè non volevo essere così categorico. Dico solo che se si compra un oggetto costoso, bisogna mettere in conto anche riparazioni costose.

    • Mario Barra

      Il problema e che la nostra cara Apple lo fa pagare caro un pezzo di ricambio e riparandolo con pezzi non ufficiali o magari da soli e molto più economico

      • ricktm

        Molto più economico quanto? Mi ricordo che per il display (una delle parti più costose credo) di galaxy s4, dopo qualche mese dall’uscita, la differenza tra la riparazione in un centro samsung e il costo del solo ricambio online (quindi poi bisogna cambiarlo da soli) era di circa 50 euro. Ora non so quanto si possa risparmiare con il fai da te su un’iphone, ma nel migliore dei casi saranno 100 euro: dopo averne spesi almeno 700 (spesso quasi 900) per il telefono, non mi sembrano un pretesto sufficiente per far decadere la garanzia. Se si bada a qualcosa di economico, di sicuro non si sceglie Apple.

        • Mario Barra

          Si probabilmente lo schermo e la parte più costosa di uno smartphone.. Cmq ad un amico chiesero 150€ per sostituire l’antenna WiFi del iPhone 4, ormai uscito da qualche anno, l’antenna WiFi non costa moltissimo online e se ne sono capace perché devo portarla in un centro assistenza e pernderci più di 100€ o perché devo essere costretto a portarla in un centro assistenza Apple quando il negoziate sotto casa me lo fa per 30/40€? (Naturalmente in questo caso invaliderei la garanzia, ma se lo faccio so a cosa vado incontro) Ma cmq perché bloccare l’intero cellulare? Quando si potrebbero semplicemente disabilitare le funzioni del touch id? Ma soprattutto perché non posso decidere io se bloccarlo o meno a distanza?

          • ricktm

            Sono d’accordo con quello che dici e infatti per ora è possibile far riparare dei vecchi iPhone. La mia critica era più che altro rivolta a chi ha fatto riparare un 6s. Comunque sembra che l’errore 53 non si presenti cambiando un qualsiasi componente, quindi magari certe cose come batteria o antenne sono ancora sostituibili con il fai da te.

        • Andromulo

          magari il telefono lo si è preso con un abbonamento e si paga la quota mensile fissa per il tel insieme a chiamate, sms, internet.
          E quella ce la si fa a farla uscire dalla tasche.
          magari i due anni di abbonamento sono passati, io mi tengo il mio bel telefonino che va ancora alla grande ma disgraziatamente il tel si rompe.
          a quel punto, io che non ho mai speso 700, 800 o 900 euro per un telefono, ma solo 20 o 30 euro al mese (e le avrei spese cmq di ricarica).. se (come sarebbe normale) potessi scegliere tra il farmi inch..iappettare in un centro apple e risparmiare (più di) qualcosa in un altro centro riparazioni, secondo te, cosa sceglierei?
          Ti sembra tanto strana come situazione?
          Io credo che la stragrande maggioranza degli iphone 4 o 5 poggiati sui banconi dei centri assistenza in questo moento (che diventeranno gli iphone 6 e 6s tra qualche tempo), rientrino in una casistica simile..

          • ricktm

            La cosa che mi sembra strana è parlare di Apple e risparmio nella stessa frase.
            “quella ce la si fa a farla uscire dalle tasche” sembra che uno debba fare sacrifici o rinunce di altro genere per potersi comprare l’ultimo modello di smatphone. A me sembra una follia.
            E anche la storia di prendere il telefono a rate, con la convinzione di aver fatto un affare, mi sembra una fregatura bella e buona; non si paga il telefono 700€ ma neanche tanto meno. Facendo due conti rapidi: io non spendo 30€ al mese in ricarica, ma 10, quindi sono già 20€ al mese che devo spendere in più (ammesso che ci siano promozioni tutto compreso con iphone a 30€, perché secondo me si va più sui 40/50) che moltiplicati per 30 mesi sono 600€, a cui ne vanno aggiunti 100 di rata iniziale: totale 700€.
            Detto questo, se il telefono si rompe dopo 2 anni e mezzo, tanto vale cambiarlo e prendere uno nuovo, tanto l’inchiappettata da Apple la si è già presa al momento dell’acquisto del nuovo iphone. Ripeto, come ho già scritto in altri commenti, che se si compra un oggetto costoso si devono mettere in conto anche riparazioni costose. Chi non se lo può permettere (io per primo), meglio che punti ad altro.

  • Alba ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

    “E’ una bella class action che ci vuole” ho pensato appena saputo dell’errore 53.
    Detto fatto…. Bravi

  • Max Occhipinti

    Intanto se ho uno smartphone da 700 e passa euro ci sto attento, proprio perché so che se non non mi fanno valere la garanzia, non mi conviene ripararlo in quanto anche la cosa più stupida mi costa. Quando comunque siamo costretti a ripararlo (il display è inutilizzabile) io vado in un centro assistenza, stop! Inutile risparmiare se poi il cellulare è inutilizzabile.

    • Alba ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

      il discorso è quando è fuorigaranzia. cambiare la batteria sull’iphone 4 lo posso fare da sola con 15€ di batteria originale. Non possono costringermi a passare vita natural durante dai loro centri di assistenza

      • Max Occhipinti

        Infatti su questo avete ragione. Se hai uno smartphone di un altra marca, è più facile anche farlo riparare senza che il software verifichi anche se c’è un pelo dentro la fotocamera. In fondo la responsabilità di eventuali pezzi non originali è del proprietario. Purtroppo anche creare smartphone chiusi peggiora ma è tutto una questione di politica aziendale. Tutti guadagnano, e guadagnano di più. Addirittura obbligare ad andare in un centro assistenza ufficiale non è giusto, ma parliamo anche di una marca che ha sempre attuato queste politiche

        • Alba ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

          E’ giusto obbligare di andare nella casa autorizzata per non perdere la garanzia ma se mi trovo in Papuasia e tale casa non c’è devo arrangiarmi e se perdo la garanzia sono problemi miei ma non mi puoi bloccare il tel con tutti i dati miei dentro che costi 900€ o che costi 100€. Il valore del denaro per ognuno è diverso e può valere di più uno da 100 che uno da 1000 per chi non sa quanti soldi ha…

          • Max Occhipinti

            Esatto. La cosa “non corretta” è semplicemente andare, addirittura (perché è al limite del ridicolo secondo me), a verificare le parti hardware. Che poi, come dicono loro, è per la sicurezza, ma alla fine sarà responsabilita nostra, ma se il pezzo è compatibile e il cellulare si accende e funziona, bisogna farlo funzionare, punto.

      • ricktm

        Quando è fuori garanzia, per Apple è un terminale vecchio, quindi è più contenta se te ne compri uno nuovo. Non hanno interesse che un prodotto continui a funzionare per molto.
        E’ una politica che non condivido, ma l’obsolescenza programmata è una pratica diffusa negli apparecchi elettronici da moltissimo tempo.

      • Gianluca Pertosa

        attenzione, con 15€ non monti batteria originale

        • Alba ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

          Su ebay da un serissimo venditore adesso c’è a 10€originale. Da lui go comprato batterie originali per i miei note 2, note 4 e note 1. ti da addirittura garanzia un anno.

          Occhio x iPhone 4 non 6

          • Gianluca Pertosa

            apple non fornisce ricambi originali al di fuori dei centri autorizzati, ciò non toglie che comunque possano essere batterie di qualità

    • Matteo Fabris

      Ci sto attento ma può succedere che cada…e se magari il.telefono e fuori garanzia lo posso far riparare ovunque…senza perdere la garanzia…e spendendo meno…

  • Matteo Fabris

    Altro motivo per cui non prenderò apple…
    Come se faccio il tagliando alla macchina o mi faccio sostituire qualcosa dal mio meccanico sotto casa e dopo 10 giorni mi si ferma perché la lampadina non è originale…

    Spero almeno valga solo per la sostituzione del lettore impronte, non se cambio altri componenti…

    • Filippo Pellicciari

      C’è scritto. Qualsiasi ricambio non ufficiale Apple ti porta a questo errore.

      • Matteo Fabris

        non penso lo possano fare…
        sarebbe come se la mia macchina si spegnesse perchè ho usato una lampadina presa dal mio meccanico di fiducia e non dal concessionario ufficiale…
        In questo modo alla apple potrebbero chiedere 300€ per cambiare una batteria, tanto puoi andare solo da solo…
        ok la sicurezza, ma se voglio prendere dei rischi sono libero di farlo, scaricando apple dalla responsabilità del furto di dati…

        Ricordo anni fa una sentenza che diede ragione a degli utenti che fecero la modifica alla play, non ricordo la storia di preciso, ma ricordo che la sentenza diceva che dal momento che ho acquistato un hw sono libero di modificarlo a mio rischio e pericolo…

        • Filippo Pellicciari

          In parte sono d’accordo. Io devo essere libero di riparare il terminale in tutta libertà. Perché non aprono negozi fisici dedicati alle riparazioni in loco del terminale? Così creano posti di lavoro e accontentano i clienti. Sicuramente anche qui ci saranno mille problematiche. Il discorso della PlayStation è un po contorto, c’è di mezzo il copyright dei giochi ecc ecc

          • Matteo Fabris

            nel caso della consolle venne dato ragione all’utente, che è libero di modificare l’hw come vuole, se non infrango le leggi del copiright…
            Un pc lo posso modificare, aggiungere ram, cambiare disco ecc…

            Apple può aprire punti assistenza, ma non può obbligarti ad andare da loro, siamo sempre allo stesso punto, non possono obbligarmi ad usare i centri di assistenza ufficiali pena il blocco del terminale, il discorso è tutto questo…

      • Gianluca Pertosa

        non è vero, solo se viene sostituito il touch id non in centri autorizzati compare l’errore

        • Filippo Pellicciari

          Apple ha dichiarato che si tratta di misure di sicurezza, necessarie per evitare che un malintenzionato possa sostituire il Touch ID, componente con il quale possiamo autorizzare pagamenti tramite la nostra impronta. Tuttavia, anche se così fosse, c’è da specificare che l’errore 53 si presenta anche in caso di sostituzione del display o dei cavi flex.

          Questo è l’articolo, non me lo sono inventato e ti confermò che da riparatore di smartphone anche i miei fornitori stanno testando i componenti Apple per verificare se sono compatibili.

          • Gianluca Pertosa

            la sostituzione del display comporta anche quella del tasto home negli iPhone 6 in quanto è quasi una sorta di monoblocco

  • Mario Barra

    Ma perché bloccare direttamente il dispositivo? Non bastava semplicemente bloccare le funzioni del touch id?