Le batterie da una settimana sono a soli 2 anni di distanza

Giuseppe Tripodi

Negli ultimi anni ci sono stati passi da gigante nel mondo della telefonia: processori sempre più veloci, display sempre più definiti, fotocamere sempre migliori. E sempre la stessa autonomia.

Nonostante tutte le migliorie nel corso degli anni, infatti, le batterie dei nostri dispositivi non hanno subito grandi passi avanti e difficilmente ci portano oltre 1/2 giorni di autonomia. Tuttavia, la Intelligent Energy Holdings, società inglese specializzata nella produzione di batterie, potrebbe avere una soluzione ai nostri problemi.

LEGGI ANCHE: Intelligen Energy collabora con Apple per una batteria ad idrogeno?

Questa compagnia, infatti, sostiene di essere in un collaborazione con un produttore di smartphone emergente che avrebbe fornito 7,6 milioni di dollari di finanziamenti per realizzare una batteria che si ricarichi circa una volta la settimana. Si tratterebbe ancora una volta di un accumulatore ad idrogeno, simile a quello utilizzato per far muovere il taxi elettrico per cui la Intelligen Energy Holdings è divenuta famosa.

Intelligent Energy HoldingsTaxi
Dai taxi agli smartphone?

La società inglese afferma di essere piuttosto vicina alla realizzazione di una batteria ad idrogeno stabile e, nel caso in cui tutto andasse bene con questo ignoto produttore, questa tecnologia potrebbe essere pronta per il mercato nel giro di circa 2 anni.

Non possiamo che augurarci che tutto vada per il meglio, perché un’autonomia di una settimana sarebbe quanto di meglio potremmo chiedere per l’evoluzione del mercato smartphone.

 

Via: AndroidAuthority