GPD pensa ad mini-portatile dual-boot Windows 10/Android con schermo da 5,5″ (foto)

Andrea Centorrino -

GPD è una società cinese che pensa fuori dagli schemi: anziché presentare l’ennesimo smartphone low-cost, lo scorso anno ha rilasciato una console Android “a conchiglia”, dedicata alla fascia che sta subito sopra quella dei casual gamers. Quest’anno potrebbe essere pronta a far evolvere il precedente modello in un mini-portatile con Windows 10 a bordo, ma non prima di capire la reazione dei potenziali clienti.

La versione di Windows 10 sarebbe la Home (ma è previsto il dual-boot con Android), e vista la dimensione dello schermo (solo 5,5″, con risoluzione 720p), Microsoft fornirebbe gratuitamente la licenza al produttore. A differenza del precedente XD, la metà inferiore, oltre a stick e pulsanti in stile controller per videogiochi, ospiterebbe una tastiera QWERTY completa.

Il processore scelto sarebbe un Intel Z8550 quad-core con architettura Cherry Trail, affiancato da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna (espandibile tramite microSD). A completare la dotazione troviamo un’uscita video micro HDMI, una porta USB-C ed una porta USB 3.0 (host). La batteria non removibile da 6.000 mAh dovrebbe garantire dalle 6 alle 8 ore di gioco online.

LEGGI ANCHE: Microsoft ci racconta com’è nato Continuum

La società ha pubblicato alcune immagini di questo concept, e aspetta di capire la risposta degli utenti prima di decidere se avviare lo sviluppo del progetto. Con strumenti come Continuum, chi di voi sentirebbe la necessità di avere un sistema Windows 10 in 5,5″ di schermo?

Via: WM Power UserFonte: CNX-Software