Meizu M10 Powerbank - 3

Meizu M10 powerbank, la nostra prova (foto)

Emanuele Cisotti

Di powerbank ce ne sono tanti, di powerbank belli ce ne sono pochi. Dev’essere questo il ragionamento che ha fatto Meizu quando ha realizzato il suo M10, assegnandogli anche un nome altisonante, come se si trattasse di un altro smartphone. Il gadget infatti è estremamente rifinito, con una parte in policarbonato scura e una invece semitrasparente che crea un bellissimo effetto semitrasparente opaco.

Le sue forme stondato lo rendono poi estremamente comodo da portarsi appresso, diventando uno dei migliori powerbank da 10.000 mAh che abbiamo potuto provare. Nella confezione troviamo anche un corto cavo USB-microUSB, utile sia a caricare il prodotto (che si ricarica in circa 3 ore e mezzo con un caricatore rapido) che per caricare lo smartphone utilizzando l’unica porta USB a disposizione. L’uscita è a 5V/9V – 2A e questo garantisce una ricarica rapida non solo per i dispositivi che supportano la tecnologia Mediatek Pump Express, ma anche per qualsiasi altro dispositivo con ricarica rapida in commercio, anche se alcuni smartphone lo indicano (es. Galaxy S6) e altri invece no (es. LG V10). Non c’è modo di sapere purtroppo qual è lo stato di carica del powerbank senza collegarlo ad un dispositivo. A quel punto si accenderanno i piccoli (e non fastidiosi) led sul lato corto, che indicheranno appunto lo stato di carica.

Meizu M10 powerbank è disponibile sul sito ufficiale a 34,90€ spedito direttamente dall’Italia.