batteria

Le batterie a litio e ossigeno sono (quasi) pronte a quintuplicare l’autonomia dei vostri smartphone

Giuseppe Tripodi

Se l’autonomia del vostro smartphone non vi soddisfa ancora, dovete iniziare a sperare che le batterie a litio e ossigeno riescano davvero a conquistare il mercato. Qualche mese fa avevamo già parlato di questo nuovo tipo di accumulatore, che riuscirebbe a garantire un’autonomia cinque volte superiore rispetto alle classiche batterie a ioni di litio. Peccato solo che questa tecnologia sia definita “termodinamicamente instabile” e non c’è dubbio che queste sono due parole che non vorremmo mai associate a qualcosa che portiamo nella tasca dei jeans.

Tuttavia, al Department of Energy dell’Argonne National Laboratory è stato scoperto una nuova metodologia che permette di produrre superossido di litio invece che perossido di litio quando la batteria si scarica: questo permette all’accumulatore di essere molto più stabile ed avere un ciclo di vita più duraturo. Inoltre, agendo in questo modo, non è necessario pompare ossigeno dall’esterno, il che rende il tutto anche più economico.

LEGGI ANCHE: Stessa autonomia in metà spazio: queste le nuove batterie Hitachi

 

Si tratta di un gran passo avanti per lo sviluppo di batteria a litio-ossigeno, ma nonostante tutto dubitiamo di vedere questa tecnologia adottata a breve: certamente continueremo a sperare, ma nel frattempo dovremo continuare a portarci dietro un power bank.

Via: PhoneArenaFonte: Argonne