Shigeru Miyamoto Nintendo

Mario, Link, Donkey Kong: qualcuno tra questi arriverà su smartphone, ma chi?

Giorgio Palmieri

Come un soffio su un castello di carte napoletane s’è smontata la montagna delle aspettative di moltissimi fan quando Nintendo ha annunciato che il primo gioco realizzato in collaborazione con DeNA per smartphone sarebbe stato un social game intitolato Miitomo. Anche se, a dirla tutta, nessuno aveva dato garanzie circa un episodio di Super Mario o Zelda per Android e iOS.

Non tutto sembra essere perduto, anzi, tutt’altro. In un articolo apparso sulla rivista nipponica Mainichi Shimbun, il presidente di Nintendo Tatsumi Kimishima, che ha preso le redini della società dopo la prematura scomparsa di Satoru Iwata, ha dichiarato che il piano aziendale prevede di rilasciare applicazioni per smartphone con protagonisti i personaggi più famosi di Nintendo entro la fine di quest’anno.

LEGGI ANCHE: Nintendo se n’è accorta: Pocket Battle sparisce, poi ricompare sotto mentite spoglie

Purtroppo Mr. Kimishima non ha fornito ulteriori dettagli circa i franchise coinvolti. Sappiamo per certo che il 2016 sarà l’anno di Pokémon Go ma, a quanto pare, ci saranno anche altre sorprese, e noi non vediamo l’ora di scoprirle. Fateci sapere nei commenti chi vi piacerebbe vedere sui vostri dispositivi tra le varie proprietà intellettuali di Nintendo.

Fonte: The Verge
  • Filippo Dardi

    Questo vizio di Nintendo di impiegare solo i propri marchi più noti per qualcosa da spacciare poi per nuovo acuisce in me il desiderio di rimarcare il rapporti stretto tra Dio e la zoologia.

  • Francesco Balloi

    In europa attendiamo ancora Pokemon Shuffle…

  • Inter Triplete

    Ancora in molti non hanno capito la mossa di Nintendo. Addirittura su certi siti di sedicenti esperti c’è chi scrive che Nintendo sta per lanciarsi nel mercato mobile per abbandonare le console! Ahahah, che IGNoranza! ;)

    Nintendo vuole semplicemente sfruttare centinaia di milioni di dispositivi che tutti abbiamo per la vita di ogni giorno per veicolare una mastodontica campagna pubblicitaria verso i propri prodotti. Tutti conosciamo Mario, tutti conosciamo i Pokemon, tutti conosciamo Zelda. Solo una parte (piuttosto numerosa, ma pur sempre una parte…) di noi ha comprato in passato console Nintendo per giocare Mario, Pokemon, Zelda… Ecco, sono queste persone che Nintendo vuole raggiungere, per far giocare loro “qualcosa” con quei personaggi, con quelle IP di cui hanno sempre sentito parlare, ma non si sono mai presi la briga di giocarci. E generalmente chi gioca un gioco Nintendo difficilmente riesce a non sentirsi affascinato. Dipenderà tutto da questo “qualcosa”. Sarà certamente accattivante, ma tutt’altro che anche minimamente simile ai Mario, Pokemon e Zelda principali, che SONO e RESTERANNO SEMPRE su console Nintendo. Almeno per quanto dichiarato da Iwata prima, e Kimishima dopo. E’ una operazione atta a portare tonnellate di yen, non solo di acquisti direttamente legati alle app, ma soprattutto indirettamente di console e giochi Nintendo che molta di quella gente (almeno nelle intenzioni) sarà portata a comprare in futuro. Altro che “darsi a giochini per cellulari” o addirittura “giocattoli” (cioè gli amiibo). Diffidate dalle stronzate che leggete su Internet, soprattutto su siti, ripeto IGNoranti (per non fare nomi LOL), che si autodefiniscono i più maturi della piazza, e invece gestiscono community di bimbiminkia mica da ridere…