Samsung-logo-final

Samsung: trimestre non brillante, ma la colpa è del mercato

Giuseppe Tripodi

Samsung ha annunciato i risultati commerciali dell’ultimo trimestre del 2015: la società coreana ha mancato (di poco) le stime degli analisti, che avevano previsto entrate per 5,4 miliardi di dollari.

Secondo un report di Bloomberg, l’azienda avrebbe incassato invece “solo” 5 miliardi, anticipando un trend negativo che non cambierà molto nel corso del 2016.

Le entrate degli ultimi tre mesi sono state superiori di solo del 15% rispetto al disastroso Q4 dello scorso anno, quando i profitti erano scesi del 64% rispetto alla fine del 2013.

LEGGI ANCHE: Tecnologia in calo: agli utenti non interessano nuovi dispositivi e crescono i dubbi sulla privacy

Secondo gli analisti, le ragioni dietro questo trimestre tutto sommato positivo ma tutt’altro che brillante sono da ricercarsi in diversi fattori: in generale il mercato smartphone è destinato a rallentare e negli ultimi tempi Samusng ha subito molto la concorrenza dei competitor low-cost cinesi e di Apple, che a partire da iPhone 6 ha ampliato le dimensioni del display e lanciato anche il suo phablet, iPhone 6/6s Plus.

Via: Apple InsiderFonte: Bloombgerg
  • Blanko

    Colpa loro non del mercato!

  • Claudio Costa

    Finalmente qualcuno comincia a capire, che Samsung è solamente un assemblatore. Esattamente come un team di formula uno (Ferrari e Mercedes a parte), che senza il motore di un costruttore, resta sul divano.
    Android oramai, si può trovare anche nelle patatine “San Carlo” (con il dovuto rispetto), ed i prezzi si Samsung sono ingiustificati. Si può avere con molto meno lo stesso device, previo diverso brand.
    In buona sostanza, costruire involucri di alluminio, non significa essere Apple oppure Microsoft!

    • Sandocan

      Peccato che il brand abbia il suo valore. C’è questa usanza di pensare ai prodotti come dei materiali messi insieme… il prezzo lo fanno tante cose.

      Gli alti e bassi del mercato ci sono sempre e non sono sempre dovuti al fatto che la gente si rende conto di come è fatto un prodotto…anzi direi quasi mai.

      • Claudio Costa

        Valore? La Samsung? Il dispositivo più fragile del mercato nonché il meno affidabile, che vive più presso l’assistenza che in mano all’utilizzatore?
        Mi faccia il piacere!
        La verità è che Microsoft e Apple producono device, la Samsung produce involucri. Google dovrebbe autoprodursi dispositivi e vendere smartphone con il suo nome. Samsung e tutti gli altri “assemblatori” uscirebbero da un mercato che non più gli appartiene.

        • Sandocan

          Io non ti sto dicendo nè la mia opinione nè la teoria. Ma quello che è successo, succede e con probabilità succederà.

          Samsung investe, molto, in diverse cose tra le quali il marketing e l’awareness e l’appeal del brand e questo le consente, grazie ad altre cose, di impostare un prezzo elevato quasi ai livelli dell’iPhone.

          Quindi si, il brand Samsung ha un valore (dai un’occhiata a riguardo su Forbes) e Samsung sfrutta questo elemento a suo favore.

          E bada che non sto difendendo o promuovendo Samsung, solo descrivendo la realtà dei fatti con la consapevolezza di uno che queste cose le ha studiate e le studia.

          Che poi a te non piaccia sono altri discorsi… e potremmo stare qua per decadi.

          • Claudio Costa

            Si. Posso condividere.
            Purtroppo come spesso accade, la sostanza non conta molto. Meglio l’immagine. L’avevo dimenticato.

          • Sandocan

            Una volta un mio professore mi disse: “non è l’utilità che fa le preferenze ma le preferenze che fanno l’utilità”… non capii molto il significato a suo tempo…ora è molto più chiaro.

            Grazie per lo scambio di opinione :)